Notizie

Attenta Roma, lo Spezia sogna un altro colpaccio

Dopo l'eliminazione dei giovanissimi di Muzzi, i due club si ritroveranno faccia a faccia nei quarti di finale del campionato Primavera. Le parole del responsabile del settore giovanile bianconero, Pietro Fusco



L'esultanza dei Giovanissimi Nazionali dello Spezia a Trigoria foto©LauraDelGobboCon la Primavera di mister Gallo alle Final Eight scudetto ed i Giovanissimi Nazionali ancora in gioco per poter accedere alle finali di Chianciano Terme, tocca ad un soddisfatto Pietro Fusco, Responsabile del Settore Giovanile dello Spezia Calcio, fare il punto della situazione sul vivaio: "Sapevamo che la nostra Primavera aveva valori importanti, ma la stagione è andata oltre ogni più rosea aspettativa ed il merito è sia dei ragazzi che di uno staff eccezionale, pertanto ora è giusto che si godano questo momento storico, cercando di dare come sempre il massimo possibile per prolungarlo il più possibile."


"Ora viene il bello - continua il responsabile del vivaio - i ragazzi hanno dimostrato di essere arrivati con merito tra le migliori otto d'Italia, magari non siamo abituati a giocare partite così importanti, ma nel nostro percorso di crescita è normale iniziare a farle; il gruppo ha valori importanti, grande senso d'appartenenza e dove non riusciamo ad arrivare con la tecnica, sopperiamo con il carattere ed il cuore. Sadiq? E' un valore aggiunto, inutile far finta di niente, in questa categoria in pochi possono contare su un calciatore del genere, ovvio che il suo percorso di maturazione è appena iniziato, ma continuando su questa squadra potrà diventare un giocatore importante. Dal prossimo anno inizieremo a lavorare su un gruppo misto, più giovane, ponendo l'attenzione soprattutto sulla classe '98, cercando di farli crescere per portarli poi tra due anni ad essere protagonisti, mentre nelle annate più giovani ci sono valori importanti che pian piano stanno maturando, lo dimostrano i 2000 di mister Salvalaggio, che sono attesi dal ritorno degli ottavi in casa del Chievo Verona, dopo un'andata sfortunata, ma hanno i valori necessari per ribaltare il risultato. Questa società ci permette di lavorare nelle migliori condizioni possibili, non è ovunque così, siamo consci di essere dei privilegiati e tutto quello che stiamo facendo lo dobbiamo soprattutto alla voglia di investire proprio sulle strutture e sul futuro dei giovani".