Notizie

Aurelio, Costantini: “Il segreto? La cultura del lavoro”

Parla il tecnico della formazione del Don Calabria, miglior attacco del campionato; le impressioni sull’inizio di stagione



Il tecnico CostantiniUn ottimo inizio stagionale per l’Aurelio: tre vittorie in tre giornate, bottino pieno, e miglior attacco del campionato. Una macchina da guerra, la formazione allenata da Mario Costantini: venti goal in tre gare, nessuna come lei considerando tutti e cinque i gironi. “Io cerco d’imprimere nei miei ragazzi una mentalità spiccatamente offensiva. Quando questo funziona, si genera automaticamente personalità, autostima.” Un segreto di questo Aurelio, è che mister Costantini ha a disposizione il materiale umano più adatto e congruente alle sue idee di gioco. Ci spiega egli estesso l’anatomia della sua squadra: “Sinora siamo andati in goal con i centrocampisti e gli attaccanti, in particolare con gli esterni. Giochiamo con un 3-3-1-3, ho due difensori molto forti fisicamente e dotati di buona gamba. Il trequartista è bravo poi a innescare e lanciare gli esterni, e la punta si destreggia bene spalle alla porta. Sono fortunato ad avere a disposizione ragazzi capaci e dotati delle giuste caratteristiche, ma soprattutto dediti al lavoro. Solo con il sacrificio e il loro impegno tutto questo è possibile. Punti deboli? Soffriamo un po’ la pressione dell’avversario, andiamo in difficoltà nel primo controllo della palla, decisivo. Probabilmente è un problema che nasce lontano, da alcune lacune tecniche non corrette in passato. Ma posso dirmi contento, ad oggi i miei ragazzi riescono a fare cose che in estate non ci riuscivano. La partita più bella? Certamente, sinora, è stata quella con il Civitavecchia (vinta dall’Aurelio 2-4, ndr). Una gara bellissima per intensità e qualità delle giocate, ci siamo scambiati i complimenti tra società. Raro vedere gare come quella in categorie come la nostra, è stato il miglior test per i miei ragazzi.” Massima concentrazione ora per il prossimo impegno, la trsferta in casa dello Sporting Tanas, per continuare a volare.