Notizie
Categorie: Altri sport

B1 - Ginanneschi trascina la De Gregorio alla vittoria

La formazione pontina fa suo un match dai due volti contro il Maglie imponendosi al tie break



DE GREGORIO VOLLEY TERRACINA – BETITALY VOLLEY MAGLIE 3-2

VOLLEY TERRACINA De Bellis 1, Russo 1, Afeltra 7, Alfieri, Ginanneschi 35, Rossi 14, Orsi 15, Giglio 7, Lorenzini (L). PANCHINA Caputo, Sciscione ALLENATORE Pesce

MAGLIE Montenegro 17, Cesario 11, Foniciello 3, Liguori 18, Guidi 3, Corallo 16, Guidozzi 11, Faraone (L)PANCHINA Catalano, Romano,  Di Mitri ALLENATORE Solombrino

ARBITRI 1° Aiello di Roma, 2° Santarelli di Roma


La De Gregorio Volley Terracina fa suo un match dai due volti, dopo che si era portata in vantaggio per 2 a 0 ha subito il ritorno del Maglie e con gli artigli, il carattere e un po’ più di attenzione nell’ultimo set, ha portato a casa la vittoria facendo incassare alla formazione salentina la seconda sconfitta consecutiva.Trascinata da una Ginanneschi straordinaria, autrice di 35 punti, le tigrotte biancocelesti del presidente Iannarilli, dopo la caduta in casa Volleyrò, si rifanno subito ai danni di una formazione accreditata da molti alla vittoria finale.Partenza a razzo delle pugliesi che si portano subito sul 4-1 prima di subire il ritorno delle terracinesi che prima impattano e poi le superano, portandosi sull’8-6 con Ginanneschi in evidenza. Ma la partita, in queste fasi iniziali, è sul filo dell’equilibrio, infatti le due squadre procedono a braccetto nello score, fino a quando la Volley Terracinaopera uno strappo importante, con tre muri consecutivi che le permettono di girare al secondo time out tecnico sul 16-11. Ma al rientro le cose non cambiano di molto, Terracina decisamente più in palla sia in attacco che a muro e il set scivola via a favore della squadra di casa, 25-20.Il secondo set parte con un gioco non proprio entusiasmante, molti errori da entrambe le Saluto a fine garasquadre, ma in questa confusione è sempre Terracina ad essere più incisiva e portarsi avanti, 8-6. Maglie non è ancora la squadra per la quale è stata costruita, molto contratta in campo e senza molte soluzioni, almeno quest’oggi, ma sicuramente grazie alle misure prese dal Terracina che, con molta efficacia negli attacchi e a muro, si invola verso la seconda sosta in vantaggio di 6, 16-10 con Giglio in grande spolvero. Si rientra ma la musica non cambia, Terracina è decisamente più unita, coesa e i suoi attacchi sempre vincenti, cosa che la difesa pugliese non riesce a contenere, Ginanneschi è immarcabile e insieme ai muri delle due centrali Orsi e Afeltra, fa in modo di consegnare anche il secondo set alla propria squadra con tranquillità, chiudendolo sul 25-17.Il terzo parziale è la fotocopia dei precedenti, Terracina a fare la partita e girare con il punteggio identico degli altri due, 8-6. Ma dopo questa sosta, Maglie rientra in campo più determinata, la Montenegro inizia a colpire con più efficacia la difesa terracinese e consente alle proprie compagne di girare avanti per la prima volta in questo match,16-15. la partita ora si fa davvero più interessante, si combatte punto su punto, Maglie ha più fiducia in se stessa in questo scorcio di set e con una Liguori determinante va a conquistare il parziale sul 25-20 e ad accorciare, 2 a 1 Terracina.Maglie anche nel set successivo sembra aver preso le misure alle avversarie, soprattutto dopo l’entrata in campo della Liguori, che ha dato più equilibrio e più varietà di colpi in attacco, cosa che consente alla sua squadra di portarsi avanti, 8-6. Terracina sembra accusare un po’ la stanchezza, Maglie ne approfitta e inizia a fare gioco e punti, 16-11 al secondo tempo tecnico. E’ decisamente cambiato il vento, l’inerzia del gioco passa tutta nelle mani delle pugliesi, Pesce costretto a chiamare doppio t.out per bloccare la continuità delle avversarie, ma la cosa non porta i benefici sperati e Maglie va a pareggiare i conti nel computo dei set, 25-20 e rimandando tutto al tie break.Il quinto set inizia senza che nessuna delle squadre è intenzionata a mollare la posta in palio, Pesce inserisce la giovane De Bellis in banda, si procede gomito a gomito, fino al break Terracina, 8-6 al cambio campo. Ma Maglie non si scompone, stavolta è la Corallo a tenerla attaccata al match e fare punti preziosi, il pathos è alto, ne fa le spese coach Solombrino che viene allontanato dalla panchina: le squadre vanno ai vantaggi e a spuntarla è Terracina dopo un errore in difesa delle pugliesi, 17-15.Un vittoria che da certamente morale, ottenuta poi contro una squadra tosta e di spessore come il Volley Maglie: certo siamo ancora all’inizio, lavoro ce n’è da fare, cose da correggere anche, ma se si vincono partite come queste significa che alla base c’è molta sostanza.