Notizie
Categorie: Altri sport

B1 - La Roma 7 torna al successo con Reggio Emilia

La squadra capitolina reagisce alla sconfitta di Ferrara, piegando gli emiliani in quattro set



POL. ROMA 7 VOLLEY – OSGB UNITED SERVICE REGGIO EMILIA 3-1 

ROMA 7 VOLLEY Cancelosi 2, Consalvo 3, Morelli G.10, Mordecchi 12, Vendetti 14, Libanori 17, Morelli C. 5, Del Mastro 18, Carrubba (libero), Forte 8, Leonardi 15, Sokolowski 13, Sperduti 4, Noccioli 11 ALLENATORE Morelli

OSGB UNITED SERVICE REGGIO EMILIA Lancellotti 1, Anigoni 2, Bigliardi 6, Bassoli 7, Panini 9, Canulli 10, De Marco 12, Mazzali 14, Bellini 17, Cuda 18, Santini (L) ALLENATORE Costi

Dopo la sonora sconfitta a Ferrara con il 4Torri Niagara, ci aspettavamo la reazione, il piglio giusto per cacciare lo spauracchio di quell’amnesia di gioco che ha condizionato il possibile buon fine della trasferta in terra romagnola. La reazione, seppur con un set di ritardo stavolta c’è stata, caparbia e vincente, la Roma 7 si aggiudica una sfida sulla carta molto simile per difficoltà, a quella di Ferrara. In Luce l’esperienza di Andrea Del Mastro, positivo con +15, capace di dare equilibrio in ricezione e continuità in attacco. Il top score della partita invece è l’altro Andrea, Cancelosi, al buio di Ferrara risponde con 19 punti personali. La cronaca della partita racconta della bruciante partenza di Reggio Emilia che trova varchi nel muro romano e nella poca reattività della difesa. Roma, sotto di cinque lunghezze al primo riposo, insegue per tutta la frazione. Reggio Emilia è più lucida, lavora l’attacco e raccoglie bene in difesa. 

L'esultanza della Roma 7Roma si avvicina, ma non basta, sono gli emiliani con Bellini in battuta a chiudere 25-22.  Mister Morelli non effettua cambi, ruota solo il sestetto, chiede ai suoi ragazzi di ragionare, si fida, sa che sono all’altezza. Dal secondo set in poi Roma esce dal suo torpore mentale, ed inizia a giocare. La positività di Del Mastro cresce in attacco, Mordecchi segue l’esempio e Cancelosi decolla con quattro ace in battuta. Il ritmo delle azioni è rapido, scambi di rara potenza vinti da Roma le danno punti importanti, anche per il morale. In difesa con Carrubba la raccolta dei pallonetti raggiunge il 100 %. Reggio Emilia non passa più facilmente, Consalvo e Libanori a muro si sincronizzano con il tempo dell’attacco avversario. Roma chiude vincendo 25-21.  25-23 il risultato del terzo set, brivido dopo un testa a testa fino al 19 pari, Roma allunga con Mordecchi in battuta. Reggio Emilia risale paurosamente, ma stavolta è Roma a prendersi i due punti set con Del Mastro e Consalvo, e per far esultare il pubblico del PalaGiorgi. Nell’ultima frazione Roma conduce con un break di tre punti e sul 14-11 ecco il cambio in regia, va al servizio Forte al posto di Morelli. Bene l’ingresso del numero otto romasettino che svolge con maturità il suo compito nella costruzione del gioco. Reggio Emilia tira i remi in barca, Roma vince il set 25 a 20 e l’incontro 3 a 1. Prossima settimana a Modena con il Fantom, un’altra partita tutta da giocare.