Notizie
Categorie: Altri sport

B1 - Successo sofferto per Terracina su Isernia

La De Gregorio fa sua una gara che era iniziata benissim, ma che poteva rovinare la domenica a tutto l’ambiente



VOLLEY TERRACINA - ISERNIA 3-1

VOLLEY TERRACINA Russo 1, Afeltra 10, De Bellis, Alfieri 3, Ginanneschi 27, Rossi 17, Orsi 14, Giglio 8, Lorenzini (L). n.e. Caputo, Sciscione ALLENATORE Pesce 

ISERNIA Giroldi 4, Padua 16, Taddei 14, Morone 15, Muzzo 5, Vanni 13, Monitillo 3, Trevisiol,  Boffa (L). n.e. Tomassetti, Bernava ALLENATORE Montemurro


La De Gregorio Volley Terracina fa sua una gara che era iniziata benissimo ma che poteva rovinare la domenica a tutto l’ambiente biancoceleste, e solo per causa propria, visto che le ragazze di Pesce hanno commesso diverse ingenuità, dovute a disattenzioni, che potevano davvero costare caro nel computo generale del match.Partenza a razzo della squadra ospite che si porta sul 4-0 prima dell’atteso ritorno del Terracina che non tarda ad arrivare, grazie alla Orsi che mette giù tre palloni consecutivi facendo ridurre il divario alla prima sosta tecnica, che vede comunque Isernia girare avanti 8-6. Al rientro Isernia prova ad allungare ma Terracina, pur a fatica, resta attaccata al match grazie anche a due aces consecutivi della Rossi: 16-15 Isernia al secondo tempo tecnico.Il rush finale del set si gioca punto su punto, nessuna delle due ci sta a mollare il primo parziale, le squadre giocano un po’ contratte più per il timore di perdere che per altro e tra uno scambio e l’altro è la De Gregorio che con un colpo di reni finale si aggiudica il set, 26-24.Secondo set con più equilibrio in campo, le due compagini procedono a braccetto fino all’allungo Terracina per l’8-5 con due punti di Afeltra

La De Gregorio in campoAl ritorno in campo Terracina è più decisa e concretizza tutte le sue giocate, allungando nel punteggio e andando alla seconda sosta sul 16-7. Con un divario così importante a suo favore, le ragazze di Pesce si rilassano un attimo, giusto il tempo di riprendere un po’ il fiato e ricominciare a fare punti con quasi tutte le proprie attaccanti fino a condurre in porto anche il secondo set chiuso sul 25-16.Nel set successivo, il coach molisano, Montemurro, opera qualche cambio e l’inizio set gli da ragione con le sue ragazze che sembrano essere più concrete e determinate, cosa che le porta avanti 8-5. L’inerzia sembra davvero cambiata, le ragazze dell’Isernia continuano a fare punti ed essere più attente in campo, mentre Terracina complice anche qualche disattenzione di troppo, arriva indietro anche nel secondo time out tecnico, 16-13 per Isernia. Al rientro la De Gregorio si riprende con decisione e rosicchiando terreno va a pareggiare i conti sul 20 pari con Ginanneschi scatenata in attacco, ma le emozioni non finiscono e grazie anche ad una Padua decisiva in attacco, le molisane vanno ad accorciare le distanze chiudendo il set sul 25-21 a loro favore. Altro set e altra storia, Terracina ricomincia a condurre le danze pur con qualche difficoltà, 8-5, ma le molisane non mollano e restano addosso alle terracinesi grazie alla Taddei che infila due volte consecutive la difesa avversaria. Ma la De Gregorio non vuole assolutamente portare la sfida al tie-break e cerca di fare del tutto per chiudere le ostilità quanto prima. La sfida ora entra nel clou e nessuna delle due squadre bada più al risparmio, ma è Isernia più accorta in questo frangente a girare avanti nella seconda sosta, 16-14. belle le battute finali del set, punto su punto, non si molla nulla, ma Terracina continua a commettere delle ingenuità e consente alle avversarie di prendere ancor più fiducia e vedere il traguardo, ma non hanno fatto i conti con il carattere delle tigrotte che dopo altre infinite emozioni vanno a chiudere dopo degli scambi infiniti sul 28-26 e portare a casa una vittoria importante con il punteggio di 3 a 1.Vittoria sicuramente meritata per come è andato l’intero match, ma una vittoria troppo sofferta anche se alla fine voluta e ottenuta a tutti i costi: le ragazze del Terracina devono cercare di essere più ciniche e assestare il colpo del Ko quando il momento lo consente. Ora la prossima sfida le vedrà di scena in Sicilia, in casa della capolista Marsala, magari tirando fuori le unghie come oggi.