Notizie
Categorie:

B2 - Palombara, il derby è tuo: 0-3 al Villalba

Emozione particolare per Elisa D'Angelo, tornata nella sua palestra:"Il Villalba ha rispettato la mia decisione di voler affrontare un campionato con degli obiettivi diversi dai loro e per questo vorrei ringraziarli"



L'esultanza delle ragazze palombaresiPoteva sembrare una partita facile e veloce la trasferta di domenica a Guidonia: guardando la classifica, il Villalba Volley si trova in ultima posizione, ma quanto a filo da torcere ne ha dato parecchio all’Edilfema Pallavolo. Che, a parte tutto, ha comunque portato a casa altri tre punti, ma che forse ha sofferto la tensione che racchiudeva questo particolare derby. Molte delle ragazze che attualmente giocano a Palombara, infatti, in passato appartenevano alla società di Guidonia e non dev’essere stato facile affrontare faccia a faccia i ricordi e le ex compagne. Ne sa qualcosa Elisa D’Angelo, opposto della società sabina, che racconta come ha vissuto l’esperienza di ieri in casa della sua ex squadra: “Sono una sentimentale! Giocare di nuovo nella palestra dove sono cresciuta e soprattutto trovarsi a dover giocare contro alcune compagne di squadra di una vita mi ha ricordato i momenti più belli vissuti in tanti anni di pallavolo; come per esempio la vittoria dei play off e la promozione in serie D. Il Villalba è stata ed è tuttora la mia società e ritrovarsi ospite in casa propria fa un effetto particolare. Hanno rispettato la mia decisione di voler affrontare un campionato con degli obiettivi diversi dai loro e per questo vorrei ringraziarli di avermene dato la possibilità”.A proposito invece della partita, Elisa non sembra proprio soddisfatta: “Non è stata affatto una partita semplice. L’abbiamo affrontata con troppa superficialità, basandoci esclusivamente sulla loro posizione in classifica. Un errore che troppo spesso porta a cali di concentrazione che non possiamo permetterci in nessun caso” – e continua parlando invece della prossima partita in casa – Sono d’accordo con il mister quando dice che fino alla fine del campionato ogni partita sarà una finale. Il Casal de’ Pazzi ha solo tre punti in classifica, ma è una squadra molto giovane che non mollerà fino alla fine. A questo livello di concentrazione penso che partite come questa siano le più difficili da gestire perché si ha la convinzione di aver vinto ancor prima di scendere in campo. Dovremo partire agguerrite dal primo punto e sicuramente l’appoggio del tifo casalingo ci aiuterà in questo”.