Notizie
Categorie: Nazionali - Under 15

Bamba Mory: la Roma è pronta a blindare il nuovo Gervinho

Il classe 2002 ha attirato su di sè le attenzioni di numerosi top club italiani e stranieri, ma a Trigoria hanno già in programma un incontro per vincolarlo



Nei Giovanissimi Nazionali, la Roma di D'Andrea sta letteralmente volando. Tra le fila dello squadrone giallorosso impossibile non notare Bamba Mory, il classe 2002 che sul palcoscenico dei Nazionali sta letteralmente stregando appassionati e addetti ai lavori. Numeri da fantascienza e qualità assolute per un talento che ha catalizzato su di sè le attenzioni di diversi club italiani ed esteri. A Trigoria però già si preparano a blindarlo...

Impatto devastante Su Bamba Mory, la Roma ha sempre puntato forte, tanto da continuare ad inserirlo da sotto età con il gruppo dei 2001 anche in una stagione delicata come quella dell'esordio in un campionato Nazionale. Un rischio, certo, ma anche un chiaro attestato di stima a conferma di quanto fossero alte le aspettative su un ragazzo che si è imposto con un'autorità che nemmeno all'interno di Trigoria si sarebbero mai aspettati. L'impatto che questo 2002 ha avuto nei Giovanissimi Nazionali è stato semplicemente devastante: ben diciassette i gol segnati nelle dodici partite sin qui disputate. Numeri da record che ne fanno l'attaccante più prolifico non solo del girone ma addirittura d'Italia. Interessante sarà ora vedere come saprà gestire le “attenzioni particolari” che gli avversari cominciano inevitabilmente a riservargli. Basti pensare che, tanto per fare un esempio, domenica scorsa il tecnico del Pescara gli ha francobollato addosso una marcatura a uomo per tutta la partita scambiando addirittura i terzini quando D'Andrea lo ha invertito con l'altro esterno Cangiano.

Bamba Mory in azione contro l'Ascoli ©Mirna De CesarisVelocità A saltare subito all'occhio è la sua incredibile rapidità. Il cambio di passo di cui dispone è impressionante tanto da permettergli di spaccare letteralmente le difese avversarie grazie ai suoi strappi. La fascia diventa così il suo regno tracciando delle discese che in pochi sin qui sono stati in grado di arginare. Volendone fare l'identikit ricorda per certi versi, e con le dovute proporzioni visto che stiamo pur sempre parlando di un classe 2002, l'ivoriano Gervinho. Velocità palla al piede ma non solo dato che, è bene sottolinearlo, Bamba Mory dispone comunque di una buona tecnica individuale e di una struttura fisica che gli ha permesso di non accusare il salto nei Nazionali fatto con un anno d'anticipo.

La Roma prepara l'offerta... Inutile dire che, con numeri del genere, il livello di attenzione attorno a questo ragazzo si stia rapidamente alzando. La Roma, già quando lo prelevò dalla Vigor Perconti nel Dicembre del 2014 (dove disputò diverse partite addirittura con i classe 2000, ndr), dovette fare i conti con la concorrenza di diversi top club italiani, tra cui Inter, Sampdoria, Empoli e Fiorentina, e addirittura esteri. Il recente exploit all'Halima Haider, dove ha vinto il premio come miglior giocatore, e le prestazioni in alcuni tornei estivi non hanno fatto altro che aumentare esponenzialmente l'interesse su di lui con alcune sirene dall'Inghilterra e soprattutto dalla Spagna che sarebbero tornate a farsi sentire. La Roma però non sta certo a guardare ed ecco così che, secondo alcune indiscrezioni, pare proprio che si stia preparando a blindare il suo nuovo gioiello. A breve infatti ci sarà l'incontro tra la società e lo staff del giocatore, dove si discuterà circa un'offerta secondo cui i giallorossi sarebbero pronti a vincolarlo per i prossimi quattro anni. A Trigoria pensano al futuro ma, nel frattempo, si godono un presente che Bamba Mory ha fatto già suo.