Notizie
Categorie: Altri sport

Beach soccer, durante le qualificazioni alla Fifa World Cup l'Italia ha conquistato il cuore dei tifosi

La beach arena di Jesolo stracolma di gente in occasione delle gare dell’Italbeach



Image titlePer la nona volta di fila l’Italia ha conquistato il passaggio al secondo turno in una qualificazione europea al mondiale e lo ha fatto nel modo migliore, almeno per il pubblico. Gli azzurri hanno giocato tre partite palpitanti, tre gare ricche di colpi di scena non per demerito del gruppo di Esposito ma per il gioco della sorte e l’imprevedibilità della sabbia. Nonostante le difficoltà e i sette legni colpiti l’Italbeach ha superato in serie Moldavia, Grecia e Inghilterra conquistando il primo posto nel girone A e la qualificazione alla seconda fase come testa di serie. Gara dopo gara la Beach Arena incastonata nella zona Faro di Jesolo si è riempita fino a tracimare in occasione dell’ultima partita del girone con gli inglesi. Sugli spalti più di 2.000 persone hanno tifato per gli azzurri sostenendoli nei momenti difficili. L’Italia ha ripagato il calore del pubblico mettendoci cuore e grinta, regalando emozioni e colpi acrobatici. Jesolo si sta dimostrando palcoscenico ideale per il beach soccer, anche le altre nazionali hanno goduto del sostegno dei propri tifosi, appassionati o solamente curiosi che hanno colorato gli spalti in tutte le partite di questa Fifa Beach Soccer World Cup – Europe Qualifier.Le prestazioni sulla sabbia delle nazionali hanno attirato l’attenzione dei turisti e dei veneti in una competizione in cui le gare squilibrate si possono contare sulle dita di una mano. Quasi tutte le sfide sono state combattute fino all’ultimo. Anche le corazzate come Russia, Italia, Spagna, Svizzera e Francia hanno sofferto non poco per avere la meglio sulle nazionali meno blasonate. In particolare hanno stupito le qualità di realtà emergenti come Bielorussia, Turchia, Estonia e Azerbaijan che hanno fatto sudare i più quotati avversari. Bene anche Germania, sostenuta da un nutrito numero di tifosi, Inghilterra, Polonia e Ucraina. Quasi tutti i risultati sono rimasti in sospeso fino agli ultimi istanti, un aspetto che ha reso più palpitante la manifestazione. Buone notizie per il movimento italiano di beach soccer, diversi protagonisti della maggiore kermesse europea vestono le maglie (o lo hanno fatto) dei club della Serie A Enel. Gli spagnoli Kuman e Llorenc, gli svizzeri Stankovic, Borer, Leu e Spacca, il ceco Bocek, i francesi Francois e Samoun, gli ungheresi Fekete e Simonyi, i polacchi Sagan e Ziober, il rumeno Maci sono o sono stati protagonisti con Catania, Terracina, Villafranca, Canalicchio, Colosseum, Mare di Roma, Samb e tanti altri sodalizi italiani.La squadra di Max Esposito, in attesa di conoscere gli avversari ancora impegnati a lottare negli altri gironi, tornerà sulla sabbia per le gare del girone della seconda fase sempre a partire dalle 17.45 i prossimi 10, 11 e 12 settembre. Tutte le partite saranno trasmesse in diretta su RaiSport 2. Insieme all’Italia hanno passato il turno anche Inghilterra, Russia, Bielorussia, Spagna, Svizzera, Francia, Germania, Ucraina, Polonia e Azerbaijan. Gli ultimi verdetti della prima fase domani martedì 9 sempre all’arena di Jesolo in zona Faro con le ultime sei gare della 1^ fase a partire dalle ore 11.30.