Notizie
Categorie: Altri sport

Beach soccer: l'Italia vola ai quarti, battuto anche l'Oman

Dopo il successo con la Costa Rica, arriva il bis contro la formazione arabica. Azzurri già al turno successivo, domani la terza giornata della fase a gironi per mettere al sicuro il primo posto



ITALIA-OMAN 4-2 (2-1, 1-1, 1-0) 

MARCATORI 8’pt Al Araimi Y., 11’pt Zurlo, 11’pt Marinai, 7’st Gori, 10’st Al Oraimi, 6’tt Zurlo 

ITALIA Spada, Marrucci, Zurlo, Marinai, Frainetti, Di Palma, Ramacciotti, Palmacci, Gori, Ortolini, Del Mestre. ALLENATORE Esposito

OMAN Showman, Al Sinani, Al Araimi, Y., Al Araimi M., Al Oraimi, Al Busaidi, Al Sauti, Al Rajhi, Al Qassmi, Al Alawi, Al Dhabat, Al Balushi. ALLENATORE Al Thanawi

ARBITRI Boubaker (Tun), Hachim (Mad), Ostrowski (Pol)

NOTE Ammoniti Frainetti, Al Oraimi e Al Araimi Y


L'abbraccio tra Gori e ZurloSulla spiaggia di Espinho la Nazionale di Beach Soccer batte 4-2 l’Oman e conquista altri tre punti che le permettono di raggiungere con un turno di anticipo i quarti di finale del Mondiale portoghese. Domani con la Svizzera (ore 17.30 locali, le 18.30 italiane – diretta Eurosport) servirà un’altra vittoria per poter festeggiare il primo posto nel girone, anche se il successo del Giappone sull’Argentina e soprattutto la sorprendente sconfitta del Portogallo con il Senegal cambiano le carte in tavola nel Gruppo A, il girone da cui uscirà l’avversaria dell’Italia nei quarti.

Dopo il largo successo all’esordio con la Costa Rica (6-1) gli Azzurri, complice qualche errore di troppo in fase difensiva, trovano qualche difficoltà in più contro la nazionale asiatica, ma riescono comunque a rimontare lo svantaggio iniziale e ad imporsi grazie alla seconda doppietta nel torneo di Emmanuele Zurlo e ai gol del solito Gori e di Simone Marinai.

Rispetto al match con la Costa Rica l’unica conferma nel quintetto iniziale è Spada tra i pali, con Esposito che decide di partire con Marrucci, Marinai, Frainetti e Zurlo sperando di ripetere l’ottimo avvio di gara dell’esordio. Anche stavolta l’Italia prende subito in mano le redini del gioco, ma il portiere avversario si supera sui calci da fermo di Ramacciotti, Palmacci e Gori. All’8 arriva a sorpresa il vantaggio dell’Oman al termine di una mischia in area, gli Azzurri reagiscono e dopo un bel tiro di Spada respinto dal portiere trovano il pareggio a cinquanta secondi dal termine del primo periodo con Zurlo, che di testa corregge in rete una torre aerea di Ramacciotti. Passano pochi secondi e Marinai porta avanti l’Italia, dedicando il suo primo gol nel torneo ai genitori presenti in tribuna.

Sugli spalti il pubblico portoghese fa la ola, mentre l’Oman va alla ricerca del pareggio impegnando in un paio di occasioni Del Mestre e colpendo una traversa con una conclusione dalla distanza di Mandhar Al Araimi. Ci pensa Gabriele Gori a incrementare il vantaggio al 7’ con la specialità della casa, una rovesciata che sorprende il portiere. Per l’attaccante viareggino è il quarto gol nel torneo, il terzo in rovesciata, e il 97° in Nazionale.

La partita sembra in discesa, ma un disimpegno errato di Ramacciotti consente ad Al Oraimi di trovare il 3-2 che rimette gli asiatici in corsa.

E’ un gran gol in rovesciata di Zurlo a portare l’Italia sul 4-2 a metà del terzo tempo, poi Gori e Marrucci sfiorano il 5-2 e Spada nel finale stoppa gli ultimi tentativi di rimonta dell’Oman. “Abbiamo centrato il primo obiettivo – commenta il Ct Massimiliano Esposito –  sapevamo che non sarebbe stato facile vincere oggi e purtroppo ci siamo fatti due gol da soli. Ora dobbiamo concentrarci subito sulla gara contro la Svizzera e cercare di conquistare il primo posto nel girone”.

Capocannoniere della squadra a quota quattro reti in compagnia di Gabriele Gori, Emmanuele Zurlo ha chiuso la partita con una rovesciata spettacolare: “Sì, ho segnato davvero un bel gol, ma la cosa più importante era conquistare la vittoria. Bisogna rimanere con i piedi per terra e il pensiero è già rivolto al match con la Svizzera, una squadra esperta con giocatori di grande valore come Stankovic e Ott”. E contro gli elvetici, già battuti a Baku nella semifinale dei Giochi Europei, inizierà il Mondiale del capitano Francesco Corosiniti, che ha scontato oggi la seconda e ultima giornata di squalifica per l’espulsione rimediata nella finale di Baku con la Russia