Notizie
Categorie: Altri sport

Beach soccer, la Nazionale supera la Polonia all'extra time. Domani c'è la Bielorussia

Gli azzurri sprecano tanto ma alla fine superano i polacchi per 5-3 ai supplementari una vittoria per andare alla Fifa World Cup



Image titleITALIA Spada, Marrucci, Ramacciotti, Corosiniti, Zurlo, Gori, Palmacci, Platania, Marinai, Frainetti, Di Palma, Del Mestre. ALLENATORE Esposito

POLONIA Wisniewski, Wydmuszek, Taraszkowski, Lenart, Ziober, Saganowski, Friszkemut, Borkowski, Piechnik, Burzawa, Daniluk, Wolski. ALLENATORE Saganowski

ARBITRI Antonio Pereira Almeida (Portogallo) e Romano Borisov (Russia)

MARCATORI 5’pt Sagan (P), 11’pt Marinai (I); 2’st Ramacciotti (I), 4’st Gori (I), 9’st Borkowski (P); 11’tt Ziober (P); 2’ e.t. rig. Frainetti (I), 3’e.t. rig. Palmacci (I)

NOTE Ammoniti Borkowski, Lenart (P), Corosiniti, Ramacciotti (I) Espulsi Wydmuszek (P) 


L’Italia crea tanto, spreca, cade, si rialza e alla fine con il cuore e il carattere riesce ad avere la meglio sui polacchi dopo un extra time quasi commovente. I due rigori trasformati da Frainetti e Palmacci al supplementare fissano il risultato sul 5-3. Due penalty frutto della caparbietà dei ragazzi di Esposito che hanno condotto il match a lungo facendosi beffare a un minuto dal termine dal gol di Ziober. Il pubblico di Jesolo ha risposto ancora presente sostenendo per tutto l’incontro gli azzurri della sabbia. Tante, troppe occasioni sciupate dall’Italia durante tutta la gara. Tra fine primo tempo e inizio ripresa i ragazzi del “Muraglione” di Viareggio Marinai, Gori e Ramacciotti avevano raddrizzato un match marchiato da Sagan pochi secondi dopo l’inizio. La Polonia ha tenuto botta nei momenti in cui la squadra di Esposito sembrava dovesse prendere il largo poi grazie anche alla sorte ha pareggiato a 1’ dal termine. All’extra time Frainetti e Palmacci, i ragazzi di Terracina, hanno ridato all’Italia ciò che il destino aveva tolto. Le buone notizie, Marinai è al suo primo gol azzurro in una manifestazione di questo spessore ed è l’undicesimo giocatore andato a segno sui dodici della rosa. Un segno della bontà dell’organico su cui può contare Max Esposito. Altra bella notizia, Palmacci sale a 154 reti, Gori a 76 in sole 54 gare, Ramacciotti continua a inquadrare la porta. L’airone è l’unico azzurro ad aver impresso un timbro in tutte le gare di queste qualificazioni. Le notizie meno buone, domani alle ore 17.45 con la Bielorussia l’Italbeach si gioca tutto. Una vittoria ed è Mondiale, una sconfitta e addio sogni di gloria. Le telecamere di RaiSport 2 riprenderanno in diretta la gara. Curiosità, anche nell’ultimo precedente nel 2012 andarono a meta contro i polacchi Ramacciotti e Gori, un segno del destino.La Bielorussia, un avversario da prendere con le molle. I bielorussi hanno battuto una nazionale emergente come la Turchia facendo soffrire i due volte campioni del mondo e d’Europa russi. La Bielorussia ha sbagliato il rigore che l’avrebbe portata avanti di due lunghezze sui russi autori poi di una rimonta mozzafiato. Ha sfiorato la qualificazione ai Mondiali di Tahiti e in questo girone ha superato in scioltezza la Polonia soffrendo però con l’Estonia. Un monito per l’Italia che nei tre precedenti con i bielorussi ha sempre prevalso ma con un punteggio striminzito. Nell’ultima sfida giocata nell’Euroleague 2014 i ragazzi di Esposito hanno superato la squadra del brasiliano De Sousa per 2-1. Nel 2013 un successo per 4-2 e nel 2008 un altro sofferto 2-1.L’unica squadra ad aver già staccato il biglietto per i mondiali con un turno di anticipo è la Svizzera che si conferma una delle potenze europee di spicco in Europa. I rossocrociati hanno vinto entrambe le gare del girone mentre Inghilterra, Ungheria e Azerbaijan si sono escluse a vicenda. Gli elvetici annoverano tra le loro fila Leu, Mo, Spacca, Schirinzi, Borer e il bomber Stankovic che vestono le maglie dei club italiani o lo hanno fatto in passato. Uno spicchio d’Italia sarà in Portogallo. La Svizzera torna così a giocarsi il massimo trofeo mondiale dopo aver saltato l’ultima edizione di Tahiti nel 2013. Gli altri tre gironi si concluderanno con gli scontri diretti che infiammeranno la giornata di domani. Ucraina e Spagna si giocano tutto dopo aver escluso dalla corsa Turchia e Francia. Un epilogo che era nell’aria ma Francia e Turchia hanno combattuto fino all’ultimo istante. Russia e Romania sono le altre due che si sfideranno per un posto al prossimo mondiale. Tutto secondo pronostici per i campioni in carica della Russia. La Romania ha scalzato la Germania e si è guadagnata la speranza di arrivare al passo finale.