Notizie
Categorie: Altri sport

Beach Soccer: quante emozioni a San Benedetto del Tronto

Si è chiusa la prima tappa dei gironi A e B. Terracina, Catania e Catanzaro a punteggio pieno. Dietro è bagarre



Un'immagine della tappa di San Benedetto del TrontoLa 3^ giornata della 1^ tappa della Serie A Beretta ha rimescolato le carte rendendo le classifiche quanto mai corte e i destini delle squadre tutti da scrivere dopo le 24 sfide andate in scena sulla sabbia della Beach Arena “Sabbiadoro” di San Benedetto del Tronto.

Il girone A dopo tre gare ha solo una squadra a punteggio pieno, è il Terracina che nonostante le assenze è riuscito a vincere tre gare faticando non poco. In particolare il big match con il Viareggio è stato risolto a pochi istanti dalla fine. Fondamentali per Terracina gli esordienti nel campionato italiano Perera (Stati Uniti) e El Hamadoui (Marocco) che hanno firmato le reti decisive nel terzo tempo con i viareggini già battuti nella Supercoppa 2013. I due stranieri insieme nella tappa hanno messo a segno nove gol. Bene anche il gruppo nato e cresciuto sul litorale pontino con Matteo Olleja lucido nei momenti cruciali delle sfide. A Viareggio è mancata solo un po’ di fortuna negli ultimi minuti della gara con il Terracina altrimenti avrebbe chiuso a punteggio pieno. I ragazzi del “Muraglione” comunque tornano a casa con sei punti tutti meritati e la consapevolezza che dietro i titolari ci sono ragazzi come Valenti (6 reti) e Stefano Marinai (4 gol) bravi a farsi trovare pronti quando chiamati in causa. Dietro a 5 e 4 punti si affiancano Happy Car Sambenedettese e Milano che si sono affrontate nell’ultima giornata nel remake della finale scudetto del 2014. Stavolta l’ha fatta franca Milano che ha conquistato il successo ai rigori. Un punto d’oro che può pesare in un girone di ferro. I campioni in carica della Samb hanno vinto soffrendo con Anxur e Pisa poi la fortuna le ha voltato le spalle sul più bello. I padroni di casa comunque si possono godere il nuovo astro nascente brasiliano Nelito (6 gol) e l’astro nascente Marazza (4 reti) più un Adrè sempre verde. Milano ha recuperato la tappa vincendo lo scontro diretto con la Samb. Nonostante le assenze pesanti di Leo e Eudin i meneghini hanno battuto un brutto cliente come Pisa cedendo però di schianto con l’Anxur. A segno otto giocatori diversi a conferma che Panizza può contare su un gruppo omogeneo. Livorno può considerarsi soddisfatto di aver vinto lo scontro diretto con l’Udinese. Le altre due gare nonostante fossero in teoria fuori portata hanno visto i labronici far soffrire i più quotati avversari per almeno due tempi. Come in coppa anche in questa tappa Salvadori è stato il trascinatore con cinque centri. A secco Udinese e Pisa ma il risultato numerico non deve ingannare. I friulani hanno messo alle corde avversari blasonati mentre Pisa, con un po’ di attenzione in più, poteva anche vincerle tutte. I pisani hanno perso tutte e tre le partite con un gol di scarto, una all’extra time, sempre con avversari sulla carta più quotati. Hanno dato vita alle partite forse più belle ma i complimenti non portano punti. I giovani Remedi e Marrucci, strappati al Viareggio, hanno dimostrato di essere giocatori che possono fare la differenza.

Questa prima tappa del girone B ha premiato Catania e Catanzaro che hanno fatto il pieno di punti. Il club dell’elefantino ha sopperito alle pesanti assenze non con qualche affanno centrando tutti i successi nelle seconde metà delle partite. Ortolini ha approfittato dello spazio conquistato in una folta rosa segnando 9 reti. Ottimo l’innesto dell’ultimo minuto del campione spagnolo Amarelle, dei nazionali olandese e spagnolo Van Gessel e Miguel. Ma sono tutte le “seconde linee” ad aver convinto. Catanzaro ha sfruttato al meglio la tappa con le sfide sulla carta meno impegnative. I ragazzi di Vavalà hanno sempre sofferto ma alla fine l’hanno spuntata. Insieme il portoghese Botelho e il brasiliano Reyder hanno messo a segno nove pesantissimi gol. Due vittorie con il minimo scarto e terzi tempi strepitosi hanno fatto la differenza. Solido come al solito il gruppo di calabresi ormai decani della disciplina. Appena dietro Lamezia Terme e Ecosistem Futura Energia Catanzaro che hanno chiuso rispettivamente a cinque e quattro punti. Se per i giallorossi è un bilancio tutto sommato preventivabile alla vigilia i lametini hanno stupito tutti tornando alla vittoria dopo più di un anno. Lamezia ha colto due successi avanzando sulla sabbia centimetro dopo centimetro, Perciamontani ha svolto il suo solito ruolo di terminale offensivo firmando 6 gol. Procopio e company hanno compiuto due capolavori nelle prime due gare poi al terzo e ultimo atto sono capitolati nel terzo tempo con il Villafranca. Il nazionale rumeno Maci si è dimostrato un acquisto azzeccato (4 reti). Discorso diametralmente opposto per il Villafranca che dopo aver accarezzato la vittoria nelle prime due giornate è riuscito ad acciuffare a pochi minuti dal termine della terza gara un successo bello quanto importante. L’assenza di Giardina e dei nazionali svizzeri e tahitiani si è fatta sentire ma con un pizzico di fortuna in più i peloritani avrebbero potuto raccogliere qualcosa in più di tre punti. Fenomenale il portiere Paterniti, forse il migliore dei suoi. Dietro tanto rammarico per Canalicchio Ct e Catanese che hanno raccolto meno di quanto seminato a causa di flessioni troppo evidenti nelle ultime frazioni delle partite. La Catanese è mancata in alcuni momenti proprio con gli uomini d’esperienza che da quasi dieci anni calcano la sabbia del campionato italiano. I 6 gol equamente divisi tra Chiavaro e Randis non sono bastati agli etnei per raggranellare più di un punto. Se il ko con il Catania era preventivabile, brucia lo stop all’extra time con il Lamezia nell’ultima giornata. Il Barletta ha dimostrato di aver fatto passi avanti ma pecca ancora di continuità nonostante l’esperienza del futsal sia un patrimonio prezioso. Tra l’altro la rosa composta interamente da ragazzi pugliesi è un punto di forza su cui puntare per ripartire nella prossima tappa.  


RISULTATI 

1^GIORNATA

Venerdì 19 giugno

Girone B

Villafranca-Canalicchio Ct 5-7 dcr (3-3)

Lamezia Terme-Catania 4-7

Barletta-Catanzaro 3-9

Catanese-Ecosistem Futura Energia Cz  5-6 dcr (1-1)

Girone A

Terracina-Udinese 7-4

Viareggio-Livorno 7-2

Pisa-Milano 3-4

Anxur Trenza-Happy Car Sambenedettese 4-6 d.e.t.


2^ GIORNATA

Sabato 20 giugno

Girone B

Lamezia Terme-Catanese 4-2

Barletta-Ecosistem Futura Energia Cz 2-4

Villafranca-Catanzaro 3-5

Canalicchio Ct-Catania 2-7

Girone A

Livorno-Terracina 2-3

Milano-Anxur Trenza 0-3

Udinese-Viareggio 2-4

Happy Car Sambenedettese-Pisa 4-3


3^ GIORNATA

Domenica 21 giugno 

Girone B

Catanzaro-Catanese 3-2

Catania-Barletta 5-2

Canalicchio Ct-Lamezia Terme 5-6 d.e.t.

Ecosistem Futura Energia Cz-Villafranca 1-2

Girone A

Pisa-Anxur Trenza 6-7 d.e.t

Viareggio-Terracina 4-5

Livorno-Udinese 5-3

Happy Car Sambenedettese-Milano 11-12 dcr (6-6)