Notizie
Categorie: Altri sport

Beach soccer, Serie A Enel: cade Milano, Viareggio s'impone nel derby contro Pisa. Bene l'Anxur Trenza

La prima giornata della seconda tappa del girone A mischia le carte in tavola della classifica. Sono 6 le squadre racchiuse nello spazio di un punto.



Image titleIl sipario della prima giornata valida per la 2^ tappa del girone A della Serie A Enel si alza con due squadre alla ricerca di punti utili ad assicurarsi il pass per la fase finale in programma a Catania nel primo week end di agosto. L’Happy Car Sambenedettese affronta i padroni di casa del Livorno e lo spettacolo è assoluto. Primo tempo bloccato sullo 0-0 grazie ad un match equilibrato e a due portieri molto attenti, ma la ripresa, è da manuale. Sono 7 le reti messe a segno nella seconda frazione  ed una rimonta, quella del Livorno, da applausi. Pubblico numerosissimo ed entusiasta ad assistere al “Soria-Salvadori show”. Una doppietta a testa e tante giocate di assoluto livello per i due beacher, marchigiano il primo, toscano il secondo. Nel terzo tempo il Livorno trova il meritato pareggio per 4-4 in apertura e la gara, se possibile, diventa ancor più bella. Ci vorrà l’extra time per decretare la vittoria che alla fine andrà alla Samb grazie al gol di Palma che, a 6” dalla fine, chiude il match con risultato finale di 5-4. A seguire Anxur Trenza - Lamezia Terme. La matricola pontina conquista la vittoria grazie ad un gioco di squadra fluido e molto efficace. Protagonista il portoghese Jordan dell’Anxur che, alla sua prima uscita stagionale, realizza 6 reti e regala spettacolo. Il Lamezia di Salvatore D’Augello, nonostante la prova maiuscola di Coscarelli, non riesce a conquistare il risultato auspicato per ottenere la sua prima storica qualificazione alle finali. Il pomeriggio del Betclic Beach Stadium prosegue con la terza sfida fra i campioni in carica del Milano ed il Barletta. Il match sulla carta sembrerebbe già segnato ma nel beach soccer nulla è scontato. Uno strepitoso Barletta trascinato dalle quattro marcature di Curci si aggiudica la vittoria finale con il pirotecnico punteggio di 6-5. La rimonta meneghina non riesce di un soffio, ma oggi forse, non era giornata per la squadra di mister Panizza che al terzo tempo era sotto di ben 4 reti. L’assenza di Amarelle ha pesato come un macigno. Riflettori su Curci, quattro gol per lui e sulla tenacia dei pugliesi di fronte ai campioni meneghini che in  questa prima parte di stagione tra Coppa, Campionato ed Euro Winners Cup su tredici partite avevano perso solo due gare. La giornata si chiude con l’affascinante derby fra Viareggio e la padrona di casa Pisa che  gioca una gara generosa e caparbia ma il Viareggio ha troppa sete di vittoria. Dopo lo sfortunato 2013 i ragazzi del “Muraglione” sono decisi a ripetere se non superare la stagione d’oro del 2012 (successo in Coppa Italia e ko in finale di campionato). Sulla sabbia di Calambrone i nazionali azzurri Gori, Marrucci, Ramacciotti, Marinai e Carpita hanno dimostrato di esser pronti a far fare il definitivo salto di qualità alla squadra di Santini. Pisa tutto cuore e grinta ma Gori superlativo. Sono 6 le marcature messe a segno dal numero dieci del Viareggio e tanta qualità a servizio di tutta la compagnia bianconera che vince con il punteggio finale di 9 a 4. Il funambolo del Viareggio tocca quota 136 reti in maglia bianconera. A godersi lo spettacolo sulle tribune dell’impianto dedicato alla memoria di Massimiliano Giannini, anche il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi che ha dichiarato: “Sono rimasto veramente impressionato dalla qualità del gioco, dall’ agonismo e dall’autentico fair play di questi atleti. Un vero spettacolo assistere dal vivo a queste prodezze. Pisa ha una grande tradizione calcistica oltre a vantare 15 km di costa e la squadra della città, può solo crescere. Mi auguro di veder realizzato un impianto fisso per incentivare la pratica di questa disciplina e renderla parte integrante della nostra comunità”.