Notizie
Categorie: Altri sport

Beach soccer: super Italia, conquistato il terzo gradino del podio ai danni della Spagna

Con il biglietto già in tasca per Portogallo 2015, gli azzurri si prendono la medaglia di bronzo battendo per 5-4 i vice campioni del Mondo iberici



Image titleMARCATORI 1’pt Zurlo (I), 2’pt Antonio (S), 2’pt Ramacciotti (I), 12’pt Ezequiel (S); 5’st Palmacci (I), 12’st Llorenc (S); 9’tt Kuman (S), 11’tt rig. Corosiniti (I), 12’tt Ramacciotti (I)

SPAGNA: Dona, Cintas, Antonio, F. Mejias, Kuman, Pajon, R.Merida, Llorenc, Chyki, Christian, Ezequiel. ALLENATORE Alonso

ITALIA Del Mestre, Marrucci, Ramacciotti, Corosiniti, Zurlo, Palmacci, Platania, Marinai, Frainetti. ALLENATORE Esposito

ARBITRI Benchabane (Francia) e Borisov (Russia)

NOTE Ammoniti Palmacci (I), R. Merida (S) Espulso 11’tt Pajon

Per una squadra così puoi perdere la testa, l’Italia si è qualificata per la sesta volta al Mondiale di Beach Soccer grazie a un cammino in crescendo in queste qualificazioni europee andate in scena nell’arena di Jesolo. La squadra del ct Max Esposito per la quale qualsiasi italiano può gonfiarsi il petto, innamorarsi e tifare con orgoglio, ha battuto in sequenza Moldavia, Grecia, Inghilterra, Estonia, Polonia e Bielorussia in un crescendo rossiniano grazie ai 35 gol segnati e ai soli 16 subiti. L’unica squadra che ha superato l’Italbeach è stata la Russia. I campioni del mondo in carica si sono aggiudicati la semifinale dal valore virtuale. Nella finale per il 3^ e 4^ posto l’orgoglio italico ha permesso agli azzurri di battere in rimonta i vice campioni del mondo della Spagna grazie ai centri di Zurlo, Ramacciotti, Corosiniti e alla doppietta di Ramacciotti che ha segnato il gol decisivo. L’airone di Viareggio si è aggiudicato il premio come miglior giocatore del torneo, un trofeo che fotografa al meglio la prestazione del laterale azzurro. Alla fine dei conti l’Italia chiude la manifestazione con sette successi e un solo ko. Una squadra fatta di giocatori che sanno spingersi oltre l’ultima rincorsa con rabbia e ferocia agonistica ha sfoggiato un gioco convincente e spettacolare, ha sofferto, rischiato e trovato lo spunto vincente. Tutti i giocatori hanno dimostrato di avere fame e voglia di crescere, ragazzi così innamorati della maglia che son riusciti a conquistare il cuore degli italiani. Tutte le gare sono state trasmesse in diretta su RaiSport 2. Esposito ha parlato ai sentimenti della squadra:” Questo risultato è il traguardo di un cammino iniziato nel 2010 con un cambio generazionale che ha dato nuova linfa alla nazionale. Ora c’è un gruppo giovane e solido che ha buoni margini di miglioramento”. Esposito fa un bilancio dell’annata:” Abbiamo centrato i due obiettivi che ci eravamo prefissati, ci siamo qualificati ai giochi olimpici europei di Baku e ai mondiali in Portogallo, possiamo ritenerci soddisfatti. Due risultati che fanno bene all’autostima e aiutano a lavorare ancora meglio. Non dimentichiamoci che tra le finali di Torredenbarra e queste qualificazioni abbiamo centrato un filotto di nove risultati utili consecutivi, questa nazionale ha basi solide”.