Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Bel successo della Forte Colleferro nel test contro la Nordovest

I ragazzi di mister Forte si impongono 6-0 nella seconda amichevole stagionale al Pala Romboli



La Forte ColleferroSeconda amichevole al Palaromboli per la formazione lepina che affronta la Nordovest Calcio a cinque, storica società romana che milita nel Campionato di C2.

Forte convoca i portieri Tantari e Parenti e i giocatori di movimento Carapellotti,Vena, Navarra, Merlo, Archilletti, Mosti, Graziani, oltre a Sinibaldi, Nica, Stefano Forte e Hamazawa.

Farruggio, allenatore della Nordovest, risponde con Mazzè, Baggini, Sperati, Pratesi, Fanetti, De Mutiis, Bucci, Massimiani, Cocco e Costantini.


La partita. Inizio subito marcato Colleferro, con capitan Sinibaldi in grande spolvero che, in una manciata di minuti si fa pericoloso dalle parti della porta romana in più occasioni, sbloccando subito il risultato per i padroni di casa e colpendo subito dopo i legni sfiorando la doppietta in apertura. Sono poi Forte, Nica e Hamazawa che sfiorano per un soffio il raddoppio.

Per la Nordovest è il numero 7 De Mutiis che cerca di impensierire l’attento Tantari in ripartenza.Primo tempo che vede la Forte in costante possesso palla stabilirsi nella metà campo avversaria, mandando al tiro con regolarità tutti i giocatori in campo.

E tocca quindi a “bomberino” Navarra siglare il meritato raddoppio, sugli sviluppi di una bella azione corale.

Risveglio della Nordovest nella parte finale del tempo che cerca di rientrare in partita, cercando la porta con tentativi da parte di Pratesi, tra i più attivi tra i suoi, ancora De Mutiis e del talentuoso Cocco, uno degli atleti di spicco, dal punto di vista tecnico della formazione di  Farruggio.

Ma è ancora la Forte che passa. Azione da manuale dei ragazzi di Forte, con Stefano Forte che riceve sull’out di sinistra e mette al centro una palla tesa che Hamazawa, in tap in, non fallisce. Ripresa sulla falsariga del primo tempo. Colleferro che fa la partita con un asfissiante possesso palla, orchestrato alla perfezione dal solito Luis Alberto Nica e Nordovest che tenta le ripartenze per bucare la porta lepina.

Ma i ragazzi di Colleferro sono attenti e concentrati e anche l’ingresso in campo dei giocatori più giovani non abbassa il ritmo della gara, dimostrando che Forte può contare su un gruppo che offre ampie garanzie e una gamma importante di soluzioni tecniche e tattiche. E sono proprio due dei ragazzi provenienti dalla Juniores che mettono il sigillo sulla gara. Prima Mosti e poi Cristian Carapellotti ( che si regala la gioia del gol per il suoi diciotto anni appena festeggiati ) chiudono la pratica.In mezzo, la rete più bella della giornata, firmata da Mario Graziani. Ciccio riceve l’imbucata al centro dell’area avversaria, spalle alla porta, si gira e mette alle spalle dell’incolpevole estremo difensore avversario.

La Nordovest cerca la meritata rete della bandiera, ma un Alfredo Parenti in grande spolvero, si supera con due parate da antologia, negando ai romani la soddisfazione del gol.

Un’altra buona notizia per Forte, che può contare, tra prima squadra e Under 21, su un gruppo di portieri giovani e dotati in grado di far dormire sonni tranquilli al tecnico colleferrino.


Il commento Partita senza storia. Un buon allenamento per i giocatori di Paolo Forte che si sono trovati di fronte una formazione ancora in piena fase di preparazione e con giocatori ancora lontani da uno stato di forma da campionato. Inoltre i romani hanno in squadra diversi atleti fisicamente pesanti che necessitano di un periodo più lungo di rodaggio per entrare in forma. Risultato quindi importante, ma condizionato dallo stato di forma delle due squadre. I numeri ci dicono che la Forte Colleferro ha effettuato 36 tiri in porta, contro i 16 tentativi degli avversari, mettendo a segno sei reti, con un possesso palla che in alcuni tratti della gara ha superato l’80%. La manovra sta assumendo toni sempre più fluidi, con i giocatori che, progressivamente, grazie anche al buon lavoro di Alberto D’Ovidio, stanno acquistando forma fisica e consapevolezza dei propri mezzi. Forte sta lavorando sulla concentrazione e sul carattere dei suoi uomini, conscio che il campionato di Serie D richiede oltre ai valori tecnici, di cui questa squadra è indubbiamente dotata, anche una personalità e un controllo emozionale che, in alcuni campi più “caldi” potranno fare sicuramente la differenza.

In ogni caso, quello che questa squadra sta facendo vedere in campo è sicuramente apprezzabile. Il gioco sta diventando lineare e incisivo. I giocatori stanno assimilando bene e rapidamente le indicazioni del Mister, lo stato di forma sale e lo spirito è quello giusto, con i “big” che, con umiltà e spirito di sacrificio, si mettono a disposizione del gruppo e giocano con la squadra e per la squadra. Il fatto che oggi sono andati in gol sei giocatori diversi, la dice lunga sulla validità del collettivo a disposizione di Forte.

E’ sicuramente da migliorare l’aspetto realizzativo, con sei reti segnate su trentasei occasioni favorevoli, ma l’inizio del campionato è ancora lontano e i margini di miglioramento sono ancora notevoli.

Due partite contro due formazioni di categoria superiore e due vittorie. Dodici gol segnati e cinque subiti. Sinibaldi e Hamazawa in testa nella classifica interna dei marcatori con quattro reti ciascuno. E tanti giocatori giovani, bravi e motivati sui quali si potrà contare per tutto l’arco del campionato.

Se il buongiorno si vede dal mattino ….