Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Bellinati: "Approccio sbagliato, poi grande Vigor Perconti. Cestrone? Speriamo continui così"

Soddisfatto il tecnico della Vigor Perconti che si gode un Francesco Cestrone autore di una prestazione da applausi



Bellinati, tecnico della Vigor PercontiLa Vigor Perconti è di nuovo tra le quattro migliori formazioni Juniores d'Italia e sia nel primo caso (2012) che in questa stagione c'è il marchio di fabbrica di Francesco Bellinati che, ora come allora, continua a mantenere i piedi ben saldi a terra non risparmiandosi però nei complimenti verso i suoi ragazzi, quando se li meritano. Al termine della sfida di ritorno contro il Vasto Marina il tecnico romano ha dato una breve analisi delle due sfide con gli abruzzesi ed ha anche trovato spazio per elogiare qualche singolo del collettivo blaugrana. La costante nel doppio confronto è stato il successo dei campioni laziali, le variabili il modo in cui questo è arrivato “Oggi , rispetto alla gara di Vasto, siamo partiti male, abbiamo sbagliato approccio. Forse i ragazzi hanno sentito un po' anche l'importanza della gara perché, e qui mi ripeto, sento parlare in molti di squadra esperta, ma in realtà tolti Borgia e Di Bari nessuno ha giocato queste finali. Quindi credo sia lecito dar loro questa attenuante. Poi – prosegue – abbiamo giocato molto bene a calcio. Non sono d'accordo con chi dice che noi giochiamo cercando la palla lunga per Bonaventura. Vorrei ricordare che Bonaventura con noi ha fatto pochissime partite e che, tra l'altro, è arrivato a metà stagione. Noi giochiamo bene a pallone e quando lo facciamo diventa dura per tutti quanti”. Bonaventura è dovuto uscire per infortunio, per lui, come testimonia la voce del tecnico, distorsione alla caviglia difficilmente recuperabile per la prossima gara. Sempre rimanendo in tema di singoli non si può non parlare della prestazione di Cestrone. Anche con gli abruzzesi il trequartista blaugrana ha dimostrato di essere in gran forma. “Francesco lo vidi cinque anni fa giocare in una partita di Giovanissimi Nazionali. L'ho segnalato alla società e i dirigenti sono stati bravi nell'andarlo a prendere. Ha un potenziale straordinario, ma ha anche qualche lacuna da colmare. Lui probabilmente essendo un baricentro molto piccolo (sorride ndr) fa meno fatica degli altri in campo con i primi caldi. Speriamo che continui così”