Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Bellinati e i suoi ragazzi non sbagliano e conquistano la terza finale consecutiva

Nessuna chance per il Savio del tecnico Staffa, costretto ad arrendersi sotto i colpi di Gabrieli e Tabarini



Bellinati, tecnico della VigorMARCATORI Gabrieli 4'st e 7'st (V), Igliozzi (S) 24'st, Tabarini 35'st (V)

VIGORPERCONTIPedulla 5.5, Cremolini 6 (44'st Amici sv), Di Paolo 7, Luciani 7,Moro 7, Borgia 6.5, Tabarini 7.5 (39'st Patacchiola sv), Iemma 7,Bonaventura 6 (22'st Sandulli 6), Cestrone 6.5 (44'st Franza sv),Gabrieli 7 (28'st Falessi sv) PANCHINACapitani, Morgavi ALLENATOREBellinati

SAVIO Poli6, Proietti 6, S. Staffa 5.5, Ricci 5, Carbone 5.5, Proia 6 (29′stSabbatini sv), Igliozzi 6.5 (38′st Lisari sv), Misuraca 5.5 (19′stSette 6), Palmieri 5.5, Passeri 6 (17′st Quattrini 6), Laurenzi 6(38′st Sporea sv)PANCHINAMurgia, Ingrati, Sabbatini ALLENATOREStaffa

ARBITROAncoradi Roma 1, 6

ASSISTENTIPerna e Barone di Roma 1

NOTE Allontanato Staffa (S) all’11′st per proteste Espulsi Morgavi (V) dalla panchina al 35′st e Palmieri (S) al 49′st percomportamento non regolamentare Ammoniti Bonaventura, Gabrieli, Igliozzi, Tabarini, Patacchiola, Pedulla, Poli Angoli 2-2 Rec: 0′pt - 5′st

Terzafinale consecutiva, la quinta presenza nelle ultime sei disputate. Illavoro della Vigor Perconti è ottimo e parte da lontano, perchénella formazione Juniores si misura la qualità delle stagioni e deigruppi precedenti. Un successo ampiamente meritato quello deiblaugrana al cospetto del Savio, che esce con l'onore delle armi davia Giordani, piegato da uno strapotere tecnico tattico apparsolampante sin dalle prime battute. Le gambe pesanti per la partitacontro l'Accademia giocata soltanto 48 prima si sono fatte sentire,alla lunga, nei meccanismi biancazzurri, ma la Vigor Perconticrediamo che avrebbe raggiunto l'ultimo atto anche a parità dicondizione fisica. Spicca tra le fila dei ragazzi di Bellinati laprova di Tabarini, autentico trascinatore con giocate d'alta scuolache hanno messo in crisi gli avversari per tutta la durata del match.La prima frazione si dimostra essenzialmente equilibrata, con l'unicavera occasione del match che capita sui piedi di Tabarini, abile nelsuperare con un tocco morbido in corsa Poli, ma sfortunato neltrovare Proia nei pressi della linea pronto a salvare il risultato.La Perconti fa sua la finalissima nel giro dei primi 7 della ripresa.Gabrieli firma il vantaggio al 4': Tabarini scappa sulla sinistra,salta Proia, batte a rete, ma centra la traversa; sul pallone arrivail numero 11 che infila l'1-0. Tre minuti dopo, Bonaventura liberacon un colpo di tacco sulla destra Cestrone che brucia tutti e,arrivato quasi sul fondo, scarica per Gabrieli che non ha difficoltàalcuna nel piazzare alle spalle di Poli il raddoppio. 2-0 finale inghiaccio, anche perché il Savio non ne ha più. I biancazzurririentrano però clamorosamente in corsa con un calcio di punizione diIgliozzi che passa in mezzo al muro blaugrana e beffa Pedulla sulprimo palo. E' soltanto un'illusione perché l'MVP della sfida,Tabarini, chiude i giochi al 35': il numero 7 sfrutta unadisattenzione difensiva del Savio, aggira Poli e deposita in fondo alsacco senza difficoltà. E' il gol che vale il tris, è l'ultimopasso prima di raggiungere Frascati ed il Ceccano.