Notizie
Categorie: Nazionali

Berretti, Giovanni Greco: "La mia è una squadra che non molla mai"

Il tecnico della Lupa Roma commenta le ultime prestazioni dei suoi ragazzi, capaci di ottenere i risultati migliori sempre nel secondo tempo



Il tecnico della Lupa Roma Berretti, Giovanni Greco foto©GazzetaRegionaleLa Lupa Roma Berretti è un diesel, almeno nelle ultime prestazioni. La vittoria di Lucca, il pareggio con l’Aversa Normanna e adesso il successo sulla Pistoiese: il gol per la squadra di Giovanni Greco è sempre arrivato nella ripresa. Merito anche di una panchina importante che ha fatto di necessità virtù, facendosi sempre trovare pronta e dando un ricambio di energie determinante ai ragazzi  in campo.


Mister Greco, la sua Lupa Roma esce sempre più spesso nella ripresa. Come mai?

“Il prof. Paris sta facendo un grande lavoro, li teniamo atleticamente sempre in palla. E’ una squadra che non molla mai, che si sta conoscendo piano piano; è chiaro che ci vuole del tempo per assimilare certi meccanismi, però l’importante alla fine è arrivare all’obiettivo. Io sono contentissimo.”


Anche con l’Aversa… 

 “Siamo usciti nel secondo tempo, cercheremo di lavorare per riuscirci prima”


Una grande mano arriva dalla panchina, con la Pistoiese due giocatori entrati nel secondo tempo sono andati in rete…

“E’ sempre così, è una cosa importante. Ci sono ragazzi di valore, oggi avevo una panchina che era una squadra titolare. Chi entra dà il contributo perchè sta bene fisicamente, mentalmente e atleticamente."


Il 4-3-3 è il modulo in cui più si rispecchia il suo gruppo?

“Sì, proprio come la prima squadra. Stiamo cercando di dare questa impronta perché speriamo di far salire più ragazzi possibili in prima squadra. Dobbiamo tenerli pronti. Cambiare sempre riferimento, abituarsi a giocare con entrambi i piedi… è questo l’obiettivo della partita.”


Quale delle vostre avversarie l’ha impressionata maggiormente?

“La Pistoiese è una squadra di qualità, crollata nel secondo tempo come anche i campani la settimana precedente. Però l’Aversa Normanna mi ha veramente impressionato: individualità, ragazzi importanti, giocatori di prima squadra. Noi però abbiamo tenuto botta, è stato importante per il morale pareggiare al 95’, ci ha fatto capire che ci siamo.”