Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Bezziccheri e Cardoselli fanno sorridere la Lazio: il Perugia va ko

Torna alla vittoria la squadra di Franceschini che, grazie alle reti del centravanti e del centrale nel finale di primo tempo, guadagnano tre punti importanti



9a Giornata
2 - 1

MARCATORI 36'pt Bezziccheri (L), 41'pt Cardoselli (L), 34'st Vicaroni (P)
LAZIO Borrelli 6,5, Cotani 6,5 (10'st Bellistri 6), Picozzi 6 (30'st Zampa 5,5), Cardoselli 7, Pedrazzini 6, Cardelli 6, Castaldi 6,5 (37'st Mancini sv), Giannone 6, Bezziccheri 6,5 (32'st Insegno sv), Porzi 5,5 (16'st Folorunsho 6), Nolano 5,5 (22'st Marrocco) PANCHINA Caruso, Di Matteo, Marrocco, Natali ALLENATORE Franceschini
PERUGIA Lillacci 6, Bianchi 6, Trequattrini 5,5, Polidori 5,5, Achy 6 (40'st Paparelli sv), De Juliis 5,5, Buzzi 5,5 (27'st Vicaroni 6,5), Rondoni 6, Acatullo 6, Salvucci 6, Visconti 6,5 PANCHINA Alunni A., Paparelli, Alunni P., Castillo,Daiprà, Tirinnanzi, Bernasconi, Vicaroni, Montacci ALLENATORE Ciampelli
ARBITRO Simiele di Albano Laziale 5,5 Assistenti Arena di Roma 1 e Tasciotti di Latina
NOTE Ammoniti Rondoni Angoli 1-1 Rec. 1'pt, 4'st

Vittoria col brivido ma neanche troppo. La Lazio di Franceschini ritrova la vittoria in campionato guadagnando tre punti importanti anche in vista dello scontro al vertice tra Avellino e Roma che le permetterà di guadagnare un po' di quel terreno perso nelle partite passate. Decidono il match lereti di Bezziccheri e Cardoselli, inutile quella nel finale di Vicaroni che ha comunque reso i minuti finali del match più vivaci.

Bezziccheri, anche oggi in reteVenticinque minuti di noia. La Lazio si rende subito pericolosa al 4' quando Castaldi, ispirato da un grande filtrante di Bezziccheri, entra in area dalla destra, prova il destro che però viene respinto con i piedi Lillacci, con Rondoni che completa il disimpegno spedendo in angolo la palla vagante. Per buona parte della prima frazione la partita però non regala emozioni con il Perugia che si difende bene e la Lazio che tiene in mano il pallino del gioco ma che non riesce a scardinare l'ottima difesa biancorossa. 

La svolta. Al 25' Castaldi avrebbe l'opportunità per sbloccare la gara ma è decisiva l'uscita tempestiva di Lillacci che anticipa l'esterno biancoceleste. Cinque minuti dopo è però il Perugia a spaventare i padroni di casa: calcio di punizione dal limite deviato dalla barriera, la palla arriva ad Acatullo che, in posizione regolare e tutto solo in area, prova il diagonale quasi a botta sicura ma è strepitosa la risposta di Borrelli che si allunga sulla sua destra e tocca la palla, che arriva all'accorrente Rondoni ma è ancora una volta straordinario il numero uno laziale che copre perfettamente lo specchio della porta. La Lazio fatica ma a darle una mano ci pensa la sua punta di diamante: al 36' Nolano guadagna il fondo sulla sinistra, crossa lungo verso il secondo palo e ad attendere il pallone c'è Bezziccheri che salta più in alto di tutti, impatta di testa, prende in controtempo Lillacci e sigla l'importante vantaggio biancoceleste. L'1-0 da nuova linfa ai padroni di casa e poco proprio prima del duplice fischio trova addirittura il raddoppio con una perla di Cardoselli che dal limite dell'area lascia partire una gran conclusione, il portiere ospite si distende ma la palla si insacca in rete sfiorando il palo più lontano.

La ripresa. Ad inizio ripresa il Perugia prova a reagire nel tentativo di rimettere in piedi la partita ma la Lazio è attenta, concede pochi spazi e riparte bene in contropiede. Il Perugia riesce finalemente a trovare un pertugio al 14' con Visconti ma il tentativo da fuori dell'attaccante è parato in bello stile da Borrelli. Il portiere biancoceleste si fa trovare pronto anche al 28' quando Acatullo ci prova in bello stile con una rovesciata da centro area. Negli ultimi minuti la Lazio amministra la partita ma inaspettatamente il Perugia accorcia le distanze: palla sulla destra per Visconti che riesce a superare il diretto avversario e mette dentro per Vicaroni che è il più lesto ad avventarsi sulla palla vagante e a superare Borrelli in spaccata. I biancorossi cominciano a credere all'impresa e assediano i biancocelesti che non riescono a gestire la palla per addormentare il match. Il triplice fischio è un sollievo per Franceschini che vince, non convince ma ritrova tre punti molto importanti dopo il pareggio di Pescara.