Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Botta e risposta tra Lazio e Napoli: un punto a testa

Accade tutto nella prima frazione di gioco: apre Vega, risponde Vavà. Al PalaGems termina 1-1



S.S. LAZIO-NAPOLI 1-1 (1-1 p.t.)

MARCATORI 14’26’’ p.t. Vega (N), 16’11’’ Vavà (L)AMMONITI: Attaibi (L), Botta (N), Rocha (L), Nardacchione (L), Massafra (N)

S.S. LAZIO Leofreddi, Scalambretti, Gioia, Vavà, Cittadini, Fortini, Nardacchione, Perri, Attaibi, Juninho, Rocha, Ciattaglia ALLENATORE Mannino

NAPOLI Massafra, Galletto, Bertoni, Virenti, Botta, Rodriguez, Fornari, De Bail, Bico, Vega, Rizzo, Tatonetti ALLENATORE Oranges

ARBITRI Cirillo (Roveredo), Parente (Como) CRONO Di Resta (Roma 2)

Image titleLa Lazio gioca un’ottima partita, ma non riesce ad ottenere il bottino pieno. Guardando il bicchiere mezzo pieno, primo punto stagionale della squadra di Mannino che impatta 1-1 al PalaGems contro il Napoli.

Parte forte la Lazio, subito pericolosa in avanti: gran tiro di Attaibi e pallone che si stampa sull’incrocio dei pali. Alla distanza prova ad uscire il Napoli che, grazie alla pressione a tutto campo, mette in difficoltà i padroni di casa. Il gol che sblocca l’incontro lo trova Vega, bravo a farsi trovare libero sull’intuizione di Javi Rodriguez. La squadra di Mannino è però ben presente sul campo grazie ad un perfetto assist di Perri, trova il meritato gol del pari con Vavà. All’intervallo è 1-1.

Dopo due minuti e mezza della ripresa è la Lazio a rendersi pericolosa: Nardacchione ricicla un pallone in area di rigore ma, tutto da solo, appoggia a Rocha che viene murato sul più bello. La Lazio rischia sull’iniziativa di Bico, ma Javi Rodriguez non colpisce bene da due passi. Sono i padroni di casa ad andare vicinissimi al gol: Vavà ruba palla al limite, suola e spara, ma Massafra si oppone alla grande. La partita resta sempre molto intensa, equilibrata, ma il gioco è convulso, solo un episodio può decidere l’incontro. Nel finale il Napoli si fa minaccioso a ripetizione, ma è la Lazio a sfiorare due volte il gol con Attaibi (parata di Massafra sul secondo palo) e Perri che, allo scadere, si trova solo davanti al portiere azzurro ma manca controlla in maniera difettosa.