Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Bragagnolo lancia il “suo” Real Podgora

Arrivato da pochi mesi ma già leader nello spogliatoio borghigiano l’ex giocatore della Cimil Latina Scalo è convinto: “Il mister ha ragione a dire che siamo in crescita”



Stefano BragagnoloNella speranza di sbloccarsi fuori casa il Real Podgora è chiamato ad una delicata sfida interna con la Connect. Una gara per niente facile, nonostante si giochi al Fabiani (14.30 la partenza) sia perché gli avversari quest’anno sono in un buono stato di forma sia perché l’anno scorso la formazione lepina, insieme al Gaeta, fu l’unica a non concedere punti ai borghigiani. Un giusto mix di motivazioni per non sbagliare questa sfida, una giusta motivazione per una squadra in costante crescita, pronta a raccogliere risultati pesanti. Crescita che stanno avendo un po’ tutti, compresi gli ultimi arrivati, uno su tutti Stefano Bragagnolo: “Ha ragione il mister quando dice che siamo in crescita – ha detto l’ex giocatore della Cimil Latina Scalo – sono d’accordissimo e spero che questi continui passi in avanti portino un po’ di continuità alla squadra. Il nostro unico obiettivo è quello di fare bene di partita in partita, rimanere con i piedi per terra e non sottovalutare mai nessuno, solo con questa mentalità c’è la possibilità di raggiungere grandi traguardi”. Un nuovo arrivato che ragiona già da veterano, un amore scoppiato già dal primo giorno di preparazione: “Ho sempre visto il Podgora come una società molto solida – ha proseguito Bragagnolo – con alle spalle tantissime persone con entusiasmo e voglia di fare ed ora che sono qui ho avuto questa piacevole conferma. La società è sempre presente ma soprattutto a disposizione sia del singolo che del gruppo e questo è un bene ai fini di una buona stagione. In questa prima parte di campionato forse ci è mancato un po’ di carattere e gestione della partita nei momenti cruciali. Non abbiamo saputo sfruttare al meglio le occasioni capitate e va anche detto che fino ad ora, in trasferta, abbiamo incontrato tutte ottime squadre, soprattutto Minturno ed Alatri”.