Notizie
Categorie:

Brescia troppo forte, la Res Roma va ko

Le giallorosse chiudono il girone d'andata con una sconfitta in casa delle leonesse



BRESCIA- RES ROMA 2-0 

MARCATRICI 9' Rosucci, 20' Tarenzi 

BRESCIA Ceasar, Nasuti, D'Adda, Karlsson, Linari (78'Zizioli), Rosucci, Bonansea, Tarenzi, Sabatino, Girelli, Costi (75' Seturnini). Marchitelli, Zanoletti, Alborghetti, Piovani ALLENATORE Bertolini 

RES ROMA Pipitone, Colini, Cunsolo, Fracassi, Villani(85' Palombi) Morra (75' Nicosia), Gambarotta, Greggi, Pittaccio (62'Simonetti), Ciccotti, Pirone PANCHINA Caporro, Biasotto, Nainggolan ALLENATORE Melillo 

ARBITRO Maggio di Lodi 

NOTE Espulse Colini (R) Ammonite Rosucci, Villani 

Image titleSi chiude con una sconfitta il girone d'andata della ResRoma, che perde due a zero sul campo delle campionesse d'Italia del Brescia, echiude a quota 21 punti la prima parte della stagione. Le giallorosse sidifendono bene nel primo tempo ma nulla possono quando rimangono in inferioritànumerica.Mister Melillo lascia in panchina la febbricitanteNainggolan e opta per un 3-4-1-2 con Pipitone tra i pali, Colini, Cunsolo eMorra in difesa, Gambarotta, Villani, Ciccotti e Fracassi a centrocampo, conGreggi a ridosso delle punte Pirone e Pittaccio. Il Brescia si rende subitopericoloso con un tiro di Costi che termina alto, e con Tarenzi, il cui tirocross attraversa tutta la linea di porta delle giallorosse. Al ventesimobellissimo scambio Tarenzi-Rosucci con il tiro di quest'ultima che vienedeviato sul palo da un ottimo intervento di Pipitone. Al quarantesimo, suglisviluppi di un'azione concitata in area capitolina, Ciccotti salva sulla lineadi porta un tiro a botta sicura di Tarenzi.Le campionesse d'Italia non riescono a sfondare il murodelle giallorosse ma trovano nel direttore di gara il miglior innesto per ilsecondo tempo: l'arbitro di Lodi decide di vestire i panni della star e regaladue cartellini gialli a Colini per due innocui falli a centrocampo, al secondoe al terzo minuto di gioco. La Res Roma resta in dieci e il Brescia neapprofitta al nono: rinvio corto di Morra e tiro da fuori area di Rosucci chesigla l'uno a zero. Sulle ali dell'entusiasmo e con una calciatrice in più, lelombarde prima sfiorano il raddoppio con Tarenzi e Sabatino, e poi trovano ilgol del definitivo 2 a 0 con Tarenzi al ventesimo minuto. Le giallorosse nonmollano e alla mezz'ora sfiorano il gol della bandiera con Pirone e Ciccotti main entrambe le occasioni la retroguardia bresciana si salva con interventisulla linea di porta.Al triplice fischio vincono le padrone di casa, che ancheoggi hanno dimostrato di giocare un gran calcio, e alle giallorosse resta lasoddisfazione per aver tenuto testa alle campionesse d'Italia.Le dichiarazioni post-gara del tecnico capitolino FabioMelillo: " È una prestazione checonforta, e che giunge dopo due gare giocate al di sotto dei nostri standard:cercavamo di ritrovare forza ed unità di squadra e ci siamo riusciti, dandofilo da torcere al Brescia, impegnandolo fino alla fine, in una partita moltoostica. Abbiamo giocato da squadra. Resta il rammarico per l'ingiustaespulsione comminata a Colini, che ha condizionato la gara. Magari perdevamo lostesso, ma non si può rimanere in dieci per due normalissimi falli. Del restodal primo minuto ha preso decisioni sbagliate che potevano condizionare ilrisultato. Prendiamo per buono la prestazione, ottenuta contro la squadra chegioca il miglior calcio d'Italia."