Notizie

Brunetti gela il Savio: il big match di via Norma sorride alla Vigor Perconti

Il Savio si conferma come una delle squadre più insidiose del torneo ma un bolide del centrocampista basta e avanza per regalare i tre punti ai blaugrana



5a Giornata
0 - 1

MARCATORI 3' Brunetti
SAVIO Galantini, Lauri (24'st Tocci), Frabotta, Notarnicola (8'st Santi Amantini), Martino, Di Bella, Mancini, Viselli, Lourrier (15'st Landolfi), Talaroni (30'st Taormina), Persichini (6'st Rambaldo) PANCHINA Mancini, Cancelli, Rambaldo ALLENATORE Cavezzi
VIGOR PERCONTI Fabiani, D'Aprile, Crapolicchio, Remia, Checola, Valentini, Brunetti (36'st De Palo), Bellardini, Bamba (28'st Clarioni), Ciorba (18'st Mastrantonio), Renzi PANCHINA Rizzi, Passeri, Stante, Marra ALLENATORE Troiani (sostituisce l'indisponibie Caranzetti)
ARBITRO Martino di Roma1
NOTE Ammoniti Notarnicola, Frabotta, Di Bella, Renzi, Brunetti. Espulso 44'st Frabotta (S) Rec. 1'pt - 5'st

E' bastato un lampo di Brunetti a decidere il big match di via Norma. Gara viva, intensa, quella tra Savio e Vigor Perconti. Tre punti preziosi per i blaugrana ancora orfani di Caranzetti, sostituito per l'occasione da Troiani, che sono riusciti a trarre il massimo da un match che, se fosse finito in pareggio, non avrebbe comunque fatto gridare allo scandalo.

Salgono a quarantotto i risultati utili per la Vigor PercontiMatch chiuso. Il Savio si presenta a questa partita ansioso di stupire. I ragazzi di Cavezzi infatti pur non godendo del titolo di corazzata stanno bruciando tappe e avversari in questo avvio di stagione e i primi minuti ne sono la prova lampante. Dopo pochi istanti, i padroni di casa intercettano il pallone al limite dell'area avversaria non controllato da Valentini per poi scaricare su Mancini che tenta conclusione ad incrociare con Fabiani che smanaccia e la difesa blaugrana che poi perfeziona il disimpegno. I minuti passano, il Savio prova giocare attraverso una manovra più compassata. Di contro la Vigor, come sempre, punta alla rapidità badando più a far arrivare il pallone in avanti che alla forma. Le occasioni vere e proprie arrivano però con il contagocce. Ecco perciò che l'ultimo acuto del primo tempo lo si avrà poco dopo la mezzora. Renzi raccoglie una palla sulla trequarti, si gira bene ma il suo sinistro sfila a fondo campo sfiorando l'incrocio.

Brunetti gela il Vianello. Nel secondo tempo esce fuori tutto il cinismo della Vigor Perconti. I blaugrana riescono infatti a sbloccare l'incontro sfruttando l'unico vero errore del Savio. Dopo una manciata di minuti dal rientro in campo, Martino perde palla in uscita sulla pressione di Brunetti che, dai venti metri, lascia partire un siluro che si insacca sotto la traversa. Da qui in avanti la Vigor stringe le maglie, con il Savio che fatica a trovare gli spazi giusti per far male. La fatica poi non aiuta i ragazzi di Cavezzi che con il passare dei minuti perdono lucidità in fase di impostazione stentando così a creare dei veri e propri pericoli. Nel finale emerge così la fisicità della Vigor Perconti che al quarantesimo sfiora addirittura il 2-0 su una punizione dalla trequarti di Bellardini calciata dentro l'area di rigore avversaria. La retroguardia di casa rimane infatti colpevolmente immobile con Valentini che lasciato libero di colpire di testa di testa non centra il bersaglio.

Il risultato resta così congelato sull'1-0 per la Vigor Perconti che allunga a quarantotto i risultati utili consecutivi e supera il primo ostacolo di quel Novembre di fuoco che gli si prospetta ora davanti. Di contro al Savio rimangono solamente i complimenti per aver giocato alla pari di una delle big di categoria e, se si considera che più di un elemento era assente per la chiamata di domani con i '98, Cavezzi può guardare al futuro con deciso ottimismo.