Notizie
Categorie: Altri sport

Buona la prima per la Lazio nel Trofeo Eccellenza: L'Aquila ko

Una pioggia torrenziale e un terreno di gioco pesante hanno fatto da cornice alla vittoria della squadra capitolina



L'AQUILA RUGBY CLUB – LAZIO RUGBY 19-23 

MARCATORI  p.t. 3' cp Biffi (3-0); 9' m. Bolzoni tr. Calandro (3-7); 18' cp Biffi (6-7); 20' m. Angelini tr. Biffi (13-7); 21' m. Kemoklidze tr. Calandro (13-14); 35' cp Calandro (13-17); 40' cp Biffi (16-17); s.t. 46' cp Biffi (19-17); 60' cp Calandro (19-20); 70' cp Calandro (19-23)

L'AQUILA RUGBY CLUB Bonifazi (46' Matzeu), Panetti M., Cortés, Angelini (69' Erbolini), Ciofani, Biffi, Carnicelli (46' Speranza), Boccardo, Vaschi (55' Casolari), Ciotoli, Sirbe, Flammini, Badalicescu (69' Rossi), Rettagliata (55' Marchetto), Montivero PANCHINA Cecchetti, Sebastiani ALLENATORE Mercie

SS LAZIO RUGBY Biasuzzi, Becerra, Giancarlini, Musso, Kemoklidze, Calandro, Martinelli, Romagnoli (73' Ymaz), Nitoglia (c), Magnanti, Riedi (67' Delorenzi), Fratalocchi, Bolzoni (49' Pettinari), Cugini, Vagnoni (60' Amendola)PANCHINA Brancoli, Panetti A., Rigo, Rochford ALLENATORE Pratichetti

Image titleUna pioggia torrenziale e un terreno di gioco pesante  hanno fatto da cornice alla vittoria della Lazio sull'erba del "Tommaso Fattori" de L'Aquila. Finisce 23 a 19 in favore dei biancocelesti un match giocato alla pari tra le due compagini, che ha visto alla fine prevalere la maggiore incisività della mischia laziale, in alcuni momenti topici dell'incontro. La prima meta della partita arriva proprio grazie ai primi otto uomini del XV guidato da Pratichetti e Coppeto: al 9' è Andrea Bolzoni a schiacciare la palla in meta, dopo una bella spinta di tutta la mischia biancoceleste. L'Aquila,dopo i due calci realizzati dall'apertura Giacomo Biffi,  rispettivamente al 3' e al 18', trovava al 20' la meta del sorpasso realizzata dal numero 12 Marcello Angelini, grazie ad un calcio stoppato . La reazione laziale non tarda ad arrivare: Otar Kemoklidze all'esordio stagionale intercetta e deposita oltre la meta  il pallone che riporta i biancocelesti a meno uno nel punteggio. Luca Calandro (perfetto dalla piazzola 5/5) trasforma e firma l'allungo nel punteggio che vale il 13-14. Partita molto equilibrata sul finire del primo tempo, che si chiude con un calcio per parte sul 16-17. Nella seconda frazione di gioco la difesa biancoceleste è abile a  contenere gli attacchi aquilani, galvanizzati dalla superiorità numerica dovuta al cartellino giallo inflitto a Luca Calandro. Al rientro in campo è la stessa apertura laziale a rispondere al piazzato neroverde di inizio ripresa e ad allungare ancora nel punteggio dalla piazzola, al 60' ed al 70' decretando il 19-23 finale.