Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Buona la prima uscita stagionale della Forte Colleferro

Nel test contro l'AM Frosinone, il team di mister Forte si impone per 6-5: decidono le triplette di Hamazawa e Sinibaldi



Alessio Sinibaldi, tripletta con l'AM FrosinonePaolo Forte e Graziano Polidori. Due allenatori che conoscono il futsal come le loro tasche, legati da vecchia e solida amicizia. Due tecnici reduci da due campionati al vertice in cui hanno sfiorato entrambi il salto di categoria. Due uomini di sport con obiettivi chiari: arrivare alla fine della stagione, nei rispettivi tornei ( Serie D per Colleferro e C2 per Frosinone ) facendo il massimo per centrare il bersaglio promozione. Due squadre che hanno giocato, quindi, una partita vera, ricca di goal, di emozioni e anche di qualche entrata al limite del regolamento, a testimonianza della voglia, per tutti i protagonisti in campo, di fare bene e mettere in archivio i tre punti virtuali di una amichevole di mezza estate che conta solo, si fa per dire, per morale e statistiche.


La patita. Primo tempo marca AM Frosinone. Cinica, tosta, sicuramente più collaudata, la squadra ciociara aspetta dietro i ragazzi di Forte e li punge due volte, sfruttando due ingenuità difensive dei biancoazzurri. Due a zero per gli ospiti e Sinibaldi e compagni che si disperano per non aver concretizzato le occasioni che si sono presentate. Nell’intervallo Paolo Forte striglia i suoi per le amnesie difensive e sistema la squadra. Tornano in campo i quattro giocatori di movimento dello starting five, Nica, Forte, Sinibaldi ( al suo esordio con la fascia di capitano ) e Hamazawa. Il tecnico lepino cambia solo il portiere, schierando Jacopo Tantari al posto di Mattia Piacentini. Il terzo tempo, invece, vedrà l’esordio tra i pali di Alessandro Menghini, lo scorso anno con gli Allievi guidati da Piero Afilani.Ed è proprio Hamazawa che rovescia il risultato nella prima parte della ripresa, con una fantastica tripletta. Forte Colleferro che accorcia, pareggia e mette la freccia del sorpasso con il Samurai, che non perdona la minima incertezza a difesa e portiere avversario. Sul tre a due per Colleferro, i lepini dilagano. E’ Sinibaldi, deciso più che mai ad onorare maglia con il numero 8 (la stessa appartenuta al grande Nenè Pena) e la fascia di capitano, che veste i panni del protagonista. Due splendide reti dell’Airone di Gavignano che su azione e su punizione dal limite, porta a più tre le reti di vantaggio dei biancoazzurri.Ma Frosinone non ci sta a tornare a casa a mani vuote e, trascinata dal suo uomo migliore, Christian Collepardo, tra il secondo e il terzo tempo ( deciso ad inizio gara dai due allenatori ) prima accorcia due volte e poi porta sul 5 a 5 la gara.Colleferro però ci tiene troppo a far bella figura nella prima uscita del nuovo progetto, davanti ad un discreto pubblico presente al Palaromboli, e capitan Sinibaldi diventa il simbolo dello spirito vincente che Paolo Forte sta cercando di instillare nei suoi ragazzi, molti dei quali giovanissimi al loro esordio in Prima Squadra. Alessio scarica una bordata che si insacca, imparabilmente, alle spalle dell’estremo difensore avversario, quando mancano solo una manciata di minuti al termine.E’ il sorpasso definitivo, che chiuderà la gara sul punteggio finale di 6 a 5 per Colleferro.Il caldo, la stanchezza, i primi giorni di preparazione nelle gambe e ben 70’ di gioco, spengono ogni reazione da parte dell’ottima squadra di Frosinone e il tempo si chiude tra abbracci e reciproci “in bocca al lupo” che i giocatori in campo si scambiano alla fine di un bel pomeriggio di futsal.


Il commento. Come suo costume, Mister Forte non commenta la partita. Ma sicuramente il tecnico ha già individuato i punti su cui lavorare per portare la squadra al meglio al traguardo del 18 Ottobre, data di inizio del Campionato di Serie D. Oggi si è vista in campo una compagine che sicuramente offre ottime garanzie, con Tantari tra i pali, Stefano Forte muraglia difensiva, Luis Nica a mettere fosforo e tanta classe, Alessio Sinibaldi a finalizzare. Se poi, anche Hamazawa rimarrà in gruppo e non si accaserà altrove, Paolo Forte avrà a disposizione un roster coeso e competitivo, in grado di dare grandi e belle soddisfazioni a tecnico, società e tifosi.  Ma una nota di rilievo meritano anche “bomber” Navarra, Mario Graziani, Fabrizio Alteri, Pierpaolo Fedele e Giorgio Favale che, insieme ai due giovanissimi esordienti, Giorgio Mosti e Alessandro Menghini, hanno completato oggi le convocazioni del Mister. Un gruppo quindi che offre garanzie di tenuta probabilmente superiori a quelle richieste da una Campionato di Serie D che, però, si annuncia sicuramente difficile e competitivo, con la presenza, nei vari gironi, di formazioni che si sono attrezzate per un Campionato di vertice e con tanti giocatori di esperienza in grado di risultare determinanti.Una bella sfida per Paolo Forte, i suoi ragazzi e il suo Staff. Una sfida da cercare di vincere, ma comunque da affrontare a viso aperto, con la passione e la voglia di far bene che hanno sempre caratterizzato questo gruppo.