Notizie
Categorie: Dilettanti

Buzi (R.Cava Frattochie):"Serve concentrazione per farcela"

Il difensore marinese sa che l'obiettivo è vicino, ma è altrettanto cosciente della difficoltà del prossimo impegno



Paolo Buzi in azioneIl Real Cava Frattocchie è a tre passi da un sogno chiamato Prima categoria. La squadra cara al presidente Roberto Grossi ha superato anche il penultimo ostacolo del suo campionato ed è rimasta in vetta al girone H della Seconda. Lo Sporting Torbellamonaca, alle spalle, rimane incollata a due punti di distanza e dunque ai marinesi servirà un successo sul campo del Clembofal per chiudere il torneo davanti a tutti anche se il salto di categoria è già praticamente cosa fatta. "All’andata ero squalificato, ma ero a bordo campo a vedere la gara – racconta il 31enne difensore esterno Paolo Buzi – Vincemmo con un largo scarto e questo sicuramente riempirà gli avversari di spirito di rivalsa. E’ vero che ultimamente hanno avuto un trend negativo, ma sappiamo che non sarà semplice e che ci vorrà una grande concentrazione per portare a casa il risultato". Nell’ultimo turno il Real Cava Frattocchie ha sconfitto per 4-1 la Virtus Albano sul campo amico del “Ferraris”. "Abbiamo affrontato quella che, a mio parere, è la squadra più forte del girone – dice Buzi concordando con il parere espresso prima della gara da mister Santamaita – Evidentemente qualche problema di tenuta mentale li ha frenati, ma a livello di valori tecnici la Virtus Albano non ha davvero nulla da invidiare a nessuno. Noi, comunque, siamo stati un po’ agevolati da un cartellino rosso comminato ad un loro giocatore e successivamente siamo andati in gol con Hmeidi nel primo tempo e poi con Squillace, Massullo e Russo nella ripresa". Buzi, arrivato in corso d’opera dal Montecompatri, è un po’ la “chioccia” di un gruppo mediamente giovanissimo. "I ragazzi mi hanno accolto da subito benissimo, conoscevo l’ambiente e sapevo che questa squadra poteva andare lontano. Ora ci siamo assicurati almeno il secondo posto, ma vorremmo chiudere in testa. La Prima categoria? C’è tempo, ma probabilmente un po’ di esperienza in più potrà servire per ben figurare"