Notizie
Categorie: Altri sport

C2 - Frascati, parla il presidente Monetti:"Il progetto continua"

E' stata una stagione tra alti e bassi, ma il numero 1 tuscolano rilancia senza alcun timore in vista del prossimo campionato



Il presidente MonettiIl presidente del Basket Frascati, Fernando Monetti, a qualche giorno di distanza dalla fine della stagione della serie C2 maschile (eliminata nel play off da Civitavecchia) ha voluto esprimere sul sito ufficiale www.basketfrascati.com alcuni suoi pensieri sull’annata del gruppo di coach Cristiano Mocci: "Quando si chiede ad un presidente se la propria squadra, uscita nella semifinale play-off valevole per l’accesso alla finalissima per il salto di categoria, credo che quasi nessuno possa dichiarare con sincerità di essere “soddisfatto”. Ma il Civitavecchia era stato indicato da molti come una delle favorite per il salto di categoria anche se poi rimangono dei rammarichi soprattutto per la seconda gara disputata sul nostro campo". Secondo il massimo dirigente, la stagione del Basket Frascati "ha visto un inizio strepitoso, poi una flessione nella parte centrale dovuta anche ad alcuni infortuni e un ottimo finale di campionato. In qualche caso sono emerse difficoltà nel chiudere partite già vinte che hanno condizionato il nostro piazzamento finale e dunque l’abbinamento ad una griglia play off che, oltre al Civitavecchia, comprendeva il fortissimo Formia. Se la stagione dei nostri ragazzi fosse stata costante nel rendimento e se avessimo espresso un gioco di squadra per tutti i 40 minuti delle varie gare, probabilmente saremmo finiti nell’altra parte del tabellone play-off dove, solo in teoria, ritengo che avremmo potuto giocarci fino in fondo le nostre possibilità di promozione. Il vero ostacolo di questa stagione – continua Monetti - lo individuerei sicuramente nella scarsa attitudine di alcuni nostri elementi di giocare per la squadra: a tratti, infatti, si è pensato prima alla prestazione personale e questo ci ha penalizzato come colletivo. Ovviamente ci sono state anche moltissime cose decisamente buone, come la nostra condizione fisica, frutto dell'ottimo lavoro precampionato. Poi l’aver maturato un anno in più di esperienza per i nostri giovani provenienti dal vivaio, tra l’altro in una C regionale di alto livello, è stato sicuramente positivo. In alcuni tratti della stagione o meglio di alcune gare anche il nostro gioco veloce, rapido e fluido che ha esaltato le caratteristiche di tutto il roster votato e costruito per correre e difendere forte sulla palla, è da considerarsi frutto del buon lavoro fatto in allenamento dagli allenatori e proprio la difesa attenta e in certi momenti molto atletica e fisica ci ha consentito nelle ultime e decisive gare della stagione regolare di rimanere attaccati al risultato proprio nei momenti di difficoltà". Il presidente, infine, dà uno sguardo al futuro. "In queste ore stiamo riflettendo con tutti i componenti della nostra società sul da farsi per la prossima stagione – evidenzia Monetti -, sappiamo già che per motivi personali qualche elemento ci lascerà e questo ce ne dispiace fortemente. Arrivi, partenze, conduzione tecnica e quanto altro sono al vaglio proprio in queste ore e per questo tipo di scelte vogliamo prenderci il tempo dovuto: vogliamo riflettere sulle varie soluzioni e fare le scelte migliori per incrementare ancora il processo di crescita che anche quest’anno ci ha visto aggiungere un ulteriore “mattoncino” per la definitiva costruzione di un progetto ambizioso e allo stesso tempo straordinario. Al momento l’unico punto fermo nelle imminenti decisioni che riguardano la prima squadra maschile è quello di continuare nella crescita dei nostri giovani, valorizzando ulteriormente quelli che sono già da tempo in prima squadra e inserendone altri che si sono particolarmente messi in mostra in questa stagione. Infine, come sempre in questo periodo dell’anno – conclude il presidente -, saremo anche attenti a quello che accadrà a livello di regolamento federali e su come saranno organizzate la C2 e la C1 del prossimo anno, quali le possibilità di una C unica o di  ripescaggi eventuali. Si ripartirà più carichi di prima con la consapevolezza, però, di dover cambiare qualcosa per il bene del Basket Frascati".