Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Cade la regina: debacle CPC 2005 a Tarquinia

Secondo successo consecutivo per la Corneto che è in netta ripresa in campionato



13a Giornata
3 - 1

MARCATORI19pt Sabatini 42pt Pastorelli 23st Loiseaux 50st Bordo

CORNETO TARQUINIA Paracucchi, Suriano, Martelli, Bordo, Della Camera, Loi, Chiaranda, Cascianelli, Sabbatini (21st Codoni), Pastorelli, Antonini (39 st Manna) PANCHINA Rossi, Lemme, Gibaldo, Rosati, Felici ALLENATORE Ercolani

CPC2005 Marani Cherchi Pappalardo Bevilacqua Parla Caforio Elisei Panunzi (21st Di Gennaro) La Rosa (33st Gallinari) Poggi (10st Loiseaux) Ruggiero PANCHINA Cacace, Galli, Di Luca, Giovani ALLENATORE M. Castagnari

ARBITRO Marco D’Ottavio di Roma 2

NOTE Ammoniti Martelli, Parla, Cherchi, Sabatini, Parla, Pastorelli Espulsioni 25st Parla (CPC) doppia ammonizione ; 30 st Di Gennaro (CPC)

Cade la capolista

Approccio debole quello portuale in apertura di incontro, con il gioco che stenta a decollare cosi come le occasioni. Ne approfitta di fatto il Corneto che raccolto nei suoi 30 metri davanti al portiere è intelligente e lesto, a trovare i varchi giusti per segnare due reti, la prima con Cherchi in difficoltà di marcatura su Sabatini che lo supera di testa e la seconda con  Pastorelli che dalla tre quarti beffa Marani con una palla a pallonetto probabilmente deviata. Ripresa iniziata con più nervo anche se non brillano i due fantasisti laterali Elisei (per lui dolore alla caviglia che persiste) e Ruggiero (in campo nonostante un dolore al collo del piede accusato nel riscaldamento) fino alle due espulsioni, e a nulla vale l’ingresso di Loiseaux che cambia di fatto i valori in campo con la sua presenza. Poi in nove diventa complicato amministrare il gioco, anche se il Corneto fa ben poco per impensierire Marani, se non in pieno recupero quando Bordo dribbla Marani maldestramente uscito e insacca il tre a uno. Da segnalare la scarsa visione di gioco di uno dei due collaboratori, che non segnala al direttore di gara  l’intervento non falloso di Parla su Pastorelli che gli costa l’espulsione. Per l’espulsione di Di Gennaro la troppa foga agonistica priva i portuali di una punta (Gallinari prende il posto di La Rosa), reo di aver colpito con plateale veemenza un giocatore del Corneto, dopo un fallo non sanzionato dal direttore su Ruggiero.  A scanso di equivoci il Corneto merita l’intera posta in palio, essendo riuscito ad arginare e frenare le manovre degli uomini di Castagnari partendo dalle proprie retrovie, con i rossi portuali che sembravano essere arrivati in folle a questo incontro. Per la cronaca parte bene il Corneto che al 1′ con Pastorelli che di testa manda a lato da buona posizione. La Cpc seppur a ritmo blando fa gioco e al 7′ prima  Ruggiero, che da fuori area tira a lato, e poi  Elisei che al 10′ tira tra le mani di Paracucchi. Al 19′ in una delle rare sortite cornetane passa il Tarquinia, fuga sulla fascia di Pastorelli che crossa per l’accorrente Sabatini che prende misure e tempo a Cherchi e di testa manda in pallonetto alle spalle di Marani. Subito dopo al 24′ Pastorelli direttamente dall’angolo colpisce  la aprte alta della traversa. Tenta la Cpc di costruire gioco ma lo fa in maniera blanda e da segnalare solo la conclusione di Ruggiero al 35′, finita di poco a lato. Al 42 la doccia gelata per i portuali che con Pastorelli insaccano il raddoppio, con un tiro probabilmente leggermente deviato ma che coglie Marani indubbiamente impreparato e forse troppo fuori dai pali. Si va nello spogliatoio e tutti attendono sia una reazione che l’ingresso di Loiseaux e Di Gennaro, a lungo intenti a scaldarsi per l’entrata in campo durante l’intervallo. La partita si trascina in ritmi leggermente più veloci, e La Rosa al 1′ tira costringe Paracucchi alla deviazione in angolo. Al 13 Entra Loiseaux al posto di un affaticato Poggi e di fatto cambia il gioco dei portuali. Dopo una manciata di secondi su assist di Loiseaux il centrocampista Bevilacqua va al tiro con il pallone che finisce leggermente alto. Al 16 su punizione Loiseaux colpisce la barriera e sul proseguo dell’azione La Rosa a tu per tu con Paracucchi tira debolmente tra le sue mani. La Compagnia ci crede e  macina gioco con il Corneto che sembra capitolare da un momento all’altro, e al 23 su cross di Ruggiero è Loiseaux che insacca di testa per il due a uno. Due minuti dopo viene espulso Parla per doppia ammonizione, dopo una scivolata che non aveva di fatto toccato Pastorelli, ma  è ancora la compagnia seppur in dieci a macinare gioco e prima con Loiseaux e poi con Caforio sono li a impensierire Paracucchi. Al 30′ fallo su Ruggiero non ravvisato dalla terna e Di Gennaro subito dopo viene espulso per un’entrata troppo veemente, in cui il direttore di gara non ha dubbi ad estrarre il cartellino rosso diretto.  Finisce di fatto qui il match con il Corneto che gestisce con ordine e sagacia ogni respiro di questa partita, fino al 95′ quando Marani “gingischia” col pallone tra i piedi sulla tre quarti e Bordo è lesto a sottrargliela  per poi insaccare in solitaria. Forse la compagnia paga le troppe partite di questi ultimi 15 giorni, giocate con gli uomini contati e tanti freschi di rientro dopo un infortunio. C’è una settimana di lavoro prima dell’Olimpia, con il tesoretto leggermente scalfito (+2 ora sul Ronciglione vincente col Vi.Va.)  ma serve reinnestare la prima soprattutto mentalmente, ma a questo penserà mister Castagnari.