Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Calcio Sezze, Gaeta: "Dobbiamo continuare a crederci"

L'altro presidente, Roberto Rossi, chiama a raccolta i tifosi: "Speriamo di vedere gli spalti del Tasciotti pieni"



I presidenti Rossi e Gaeta“Nel calcio nulla è scritto. Quindi bisogna spingere fino all’ultima giornata e fare il maggior numero di punti possibile”. E’ un autentico ‘mantra’ quello del due presidenti del Calcio Sezze, Roberto Rossi e Marco Gaeta, che a cinque giornate dalla fine del campionato non alzano assolutamente bandiera bianca: “I risultati delle ultime settimane dimostrano che tutti possono perdere con tutti – spiega Marco Gaeta – e noi abbiamo l’obbligo di continuare a crederci, finché non sarà la matematica a stabilire che non giocheremo i playoff”. Dello stesso avviso il presidente Roberto Rossi: “Abbiamo avuto un momento di flessione che ci ha allontanato dalla zona playoff, ma come è successo a noi può anche accadere agli altri. Oggi siamo a 5 punti dal terzo posto e ci sono ancora 15 punti a disposizione. Quindi non c’è ancora nulla di scritto”. Un passaggio fondamentale, il primo di una lunga serie, sarà la gara al “Nicola Perrone” dopo la sosta per le festività pasquali: “Sicuramente – spiega ancora Roberto Rossi – andremo lì per ottenere il massimo risultato, anche se non sarà determinante. Di certo una considerazione va fatta: noi in questa stagione non abbiamo mai vinto scontri diretti con le nostre avversarie per i playoff. Quindi credo che sia arrivato il momento di invertire questa tendenza, considerato che nelle ultime 5 giornate affronteremo la seconda in classifica e l’attuale terza all’ultima giornata in casa”. Formia importante ma non determinante anche secondo Marco Gaeta: “Sono sicuro che affronteremo una gara complicata contro un’avversaria tra le più quotate. Ma sono altrettanto sicuro, e il campionato finora l’ha confermato, che possiamo giocarcela con tutte e credo proprio che i ragazzi daranno l’anima per uscire dal campo con un risultato positivo. Finora – prosegue Gaeta – il bilancio è sicuramente positivo, ma i ragazzi hanno il diritto di concludere il campionato a testa alta, perché quello che hanno conquistato finora va oltre le aspettative”. La pensa allo stesso modo Roberto Rossi: “Dobbiamo dimostrare ancora di valere e farlo in maniera pulita, senza quei nervosismi che alla fine sono stati sempre deleteri. Bisogna arrivare al 10 maggio con la consapevolezza che si è dato il massimo, senza rimpianti”. 5 gare alla fine, 3 in casa, 2 in trasferta. Proprio per questo motivo un ultimo passaggio i due presidenti vogliono dedicarlo ad un appello nei confronti della cittadinanza setina, che in molte occasioni in questa stagione ha dimostrato attaccamento ai colori rossoblu sostenendo la squadra: “I nostri tifosi ci hanno sostenuto molto in questa stagione, ma adesso gli chiediamo una sforzo ulteriore, considerando che stiamo ancora lottando per un obiettivo che nove mesi fa era solo un’utopia. Vedere le tribune del Tasciotti piene sarebbe uno stimolo ulteriore per questi ragazzi che in questa stagione stanno dimostrando tempra, carattere e attaccamento ai colori e al progetto della società. Questo – concludono all’unisono i due massimi dirigenti del sodalizio setino – è un passo verso quegli obiettivi che come società ci siamo posti all’inizio di questa avventura e siamo sicuri che il duro lavoro alla fine pagherà”. Intanto la squadra è tornata in campo agli ordini di mister Antonio Gaeta in vista della ripresa del campionato dopo Pasqua. Proprio per tenere al massimo la condizione la società ha organizzato un’amichevole per giovedì alle 17:30 al Tasciotti contro il Nettuno. Sarà un modo di testare la condizione di alcuni e di augurare a dirigenti, staff tecnico, giocatori e tifosi una serena Pasqua.