Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Calcio Sezze in lutto per la scomparsa di Salvatore Di Lenola

Domenica un minuto di raccoglimento prima della partita con l'Arce



E’ stato un autentico “pezzo” dello stadio dedicato alla memoria di Augusto Tasciotti e la sua morte non poteva passare in secondo piano nel mondo calcistico setino e provinciale. Parliamo di Salvatore Di Lenola, da tutti Salvatore Di Lenola, detto Zi' Lolloconosciuto come Zi’ Lollo, scomparso qualche giorno fa all’età di 84 anni, quasi 40 dei quali passati a lavorare allo stadio comunale prima come operaio nelle fasi di costruzione a metà anni ’70, poi come custode dell’impianto dalla sua inaugurazione (nel 1978) fino alla pensione all’inizio del ventunesimo secolo. Una figura storica del calcio setino, presenza discreta e garbata all’interno di tutte le società che si sono avvicendate nel corso di quattro decenni, dai fasti della presidenza di Ezio Giorgi, passando per gli anni ’80 pieni di soddisfazioni, fino quasi ai nostri giorni. Grande amico di allenatori (rapporti molto stretti con Cavazzoni e Pizzi tra tanti) e giocatori (D’Ambra, Costantini, Balestrieri, Vicari) che hanno indossato la casacca rossoblu, Lollo era una persona discreta e sempre pronta alla battuta, ma un professionista nel suo campo. Tanti gli aneddoti legati alla sua cura quasi maniacale della struttura, dalla pulizia alla funzionalità degli spogliatoi, fino ad una autentica venerazione del terreno di gioco, l’erba del Tasciotti: in molti ricordano che quando pioveva non permetteva a nessuno di calpestare l’erba per non rovinarla e imponeva alle squadre di andarsi ad allenare all’interno dello stadio dell’Anfiteatro. Negli ultimi anni, dopo essere andato in pensione, le sue presenze allo stadio per seguire il Sezze si erano via via andate attenuandosi, ma quando tornava era sempre accolto a braccia aperte. La società Calcio Sezze ha quindi deciso di ricordarlo nel migliore dei modi: domenica mattina, prima della gara contro l’Arce valida per la 23esima giornata del girone D del campionato Promozione verrà fatto un minuto di raccoglimento in sua memoria e i vertici societari non escludono altre iniziative per ricordarne la passione e l’attaccamento ai colori rossoblu.