Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Calcio Sezze, Medoro: “Il pareggio di domenica fa male, ma dobbiamo guardare avanti”

Le parole dell'attaccante rossoblu sulla sfida contro l'Arce e sul prosieguo della stagione: "Da qui alla fine bisogna vincere il più possibile e avere anche un po’ di fortuna"



Giuseppe Medoro ©calciosezze.itE’ uno dei “pezzi da novanta” del mercato rossoblu della scorsa estate e finora non ha deluso le aspettative della vigilia, anche se adesso vuole dare di più per raggiungere un obiettivo alla portata. Parliamo di Giuseppe Medoro, attaccante del Calcio Sezze originario di Formia, con un passato importante in squadre di serie D e Eccellenza (due campionati vinti in entrambe le categorie, con Cassino e Isernia, e mai retrocesso), che in questa stagione è sicuramente uno dei protagonisti della cavalcata che per il momento tiene i rossoblu al quarto posto della graduatoria. Con Medoro si parte da domenica scorsa, da quel pareggio in extremis raggiunto dall’Arce: “C’è sicuramente tanto rammarico – spiega l’attaccante del Sezze – per tre punti che sembravano già conquistati. Però è un insegnamento che ci deve dare forza per continuare a crederci e per non dare nulla per scontato. Ogni minuto è buono per vincere le partite o per pareggiarle e domenica lo abbiamo sperimentato ai nostri danni”. La soluzione migliore? Pensare subito alla prossima gara: “Dobbiamo lavorare duro ogni settimana e pensare domenica dopo domenica, a cominciare da Sabaudia”. Otto le reti finora realizzate con la casacca rossoblu: “Il bilancio dei gol non è pienamente soddisfacente. Sicuramente avrei potuto segnare di più e spero di farlo nelle prossime gare. Ma il bilancio di squadra è decisamente più favorevole”. Proprio della sua esperienza parla l’attaccante classe 1983: “A Sezze ho trovato un ambiente familiare, ma molto professionale. C’è da migliorare ma c’è anche margine per farlo e ci sono già tante piccole cose che fanno capire che si può crescere”. Adesso l’attenzione è alla prossima gara, in cui un piccolo infortunio non dovrebbe tenerlo fuori: “Da qui alla fine bisogna vincere il più possibile e avere anche un po’ di fortuna. Basti pensare – spiega ancora l’attaccante rossoblu – che dall’inizio del campionato, tra infortuni vari e squalifiche, non siamo quasi mai riusciti a schierare la formazione ideale. Nel calcio, soprattutto in questa categorie, la fortuna conta molto. Ci sono degli anni in cui gira tutto alla perfezione e si va avanti anche con la sorte. A noi in questa stagione è andato tutto storto sotto alcuni punti di vista. Ma siamo quarti, a quattro punti dalla zona playoff e non possiamo lamentarci, sperando solo che la fortuna inizi un po’ a girare dalla nostra parte”. Insomma un Medoro che non lascia nulla al caso, pronto a lottare fino alla fine dei giochi per un posto nell’elite del girone D: “A me piace vincere – conclude l’attaccante rossoblu – e lasciare il segno anche a Sezze sarebbe bellissimo”.