Notizie
Categorie: Nazionali

Cambia lo scacchiere giallorosso: con Coppitelli alla guida degli Allievi, proposti a Muzzi i Giovanissimi Nazionali

Per l'ex giocatore di Serie A la Roma ha pensato a un biennale. In alternativa è pronto Alessandro Rubinacci



Cambia lo scacchiere giallorosso, il club di Trigoria ridisegna il quadro tecnico del settore giovanile. Non è facile, perché sono diverse le entità che devono convivere, coincidere, incastrarsi. Correnti differenti per un unico obiettivo: il meglio per la Roma. Alberto De Rossi resterà come al solito alla guida della Primavera, mentre intorno ad Allievi e Giovanissimi negli ultimi giorni si sono susseguite notizie e ipotesi diverse fino a raggiungere quella che sembra la versione definitiva. Federico Coppitelli, dopo essere stato vicinissimo alla Primavera del Frosinone, resterà a Trigoria per allenare gli Allievi Serie A e B. Si riprenderà i '98, gruppo con il quale lo scorso anno ha sfiorato il tricolore Giovanissimi, perdendo in finale contro l'Inter; prima di tuffarsi in questa nuova avventura però guiderà ancora un ultima volta i '99, tra un mese nella fase mondiale della Manchester United Premier Cup. Il giusto premio al termine di una stagione esaltante che lo ha visto alzare al cielo due trofei, non scordiamoci infatti il tricolore Giovanissimi conquistato sabato scorso ad Abbadia San Salvatore. A questo punto però resta scoperta la panchina dei campioni d’Italia. La Roma ha proposto un progetto biennale a Roberto Muzzi, con la promessa che in futuro ci possa essere la possibilità di un salto triplo direttamente in Primavera. L’idea è di creare una sorta di alternanza tra gli allenatori alla guida delle panchina Allievi e Giovanissimi, come succede in diversi club europei e italiani. L’ex giocatore di Serie A comunque sta riflettendo sul da farsi, è probabile che alla fine le parti troveranno un accordo. L’alternativa è Alessandro Rubinacci, già tecnico degli Allievi Legapro, campionato a cui la Roma partecipa con un gruppo sotto età.