Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Capitolina, Consalvo e la Final Four: "Speriamo sia la volta buona"

La capolista affronterà nuovamente il Palombara a due settimane dal big match di campionato. Per il tecnico giallonero di tratta della terza fase finale della Coppa Lazio



Mister Andrea ConsalvoLa sfida tra Virtus Palombara è Capitolina Marconi ha chiuso il girone di andata e il 2014 del calcio a 5 regionale. A due settimane di distanza, la stessa gara rappresenterà il primo match ufficiale del 2015. Il 3 gennaio, infatti, la formazione di Martin Fiore e quella di Andrea Consalvo, rispettivamente seconda e prima in classifica in serie C1, giocheranno la prima semifinale delle Final Four di Coppa Lazio. Questa volta il teatro della battaglia sarà il Pala Cesaroni di Genzano. Il primo confronto stagionale si è chiuso in parità. Un pareggio che ha mantenuto intatto il vantaggio di 4 punti della Capitolina sui sabini. 

A guidare la Capitolina sarà sempre mister Consalvo, alla terza Final Four da allenatore, senza essere però riuscito mai a mettere le mani sul trofeo.


Nella sfida di Fiano Romano avete giocato un grande primo tempo, quindi avete un calo in avvio di ripresa, per rimettere tutto a posto nel finale.

Il pareggio del primo tempo ci stava strettissimo, anche perché abbiamo sbagliato troppo sotto porta. Nella ripresa abbiamo avuto un approccio errato e il Palombara, pur senza fare grandissime cose, si è portato avanti. A quel punto siamo stati bravi a raddrizzare la situazione, dimostrando ancora una volta di essere un gruppo fantastico.


Un calo in avvio di ripresa che si era verificato già in altre gare, sempre dopo un primo tempo quasi perfetto. Perché?

L’unica cosa che posso pensare è che durante l’intervallo, se abbiamo la consapevolezza di aver giocato un ottimo primo tempo, ci adagiamo un minimo sulla prestazione e torniamo in campo un po’ troppo morbidi e senza la tensione necessaria. Anche l’approccio della ripresa di Fiano Romano non ha una spiegazione logica. Sappiamo di essere forti e, forse, pensiamo di aver tutto il secondo tempo per dimostrarlo e non scendiamo in campo con la concentrazione giusta.


Un pareggio che comunque vi mantiene saldamente in testa.

Non nascondo che in condizioni diverse, nel finale avrei schierato anche il portiere di movimento. Ma i cinque falli contro, l’espulsione di Angelini e l’assenza di Petrucci, quindi due giocatori che sono sempre in campo in quel tipo di situazione, mi hanno fatto cambiare idea. Comunque va bene così, abbiamo 4 punti sul Palombara e 5 sul Lido e il ritorno è ancora lunghissimo.


Sabato tornerete di nuovo in campo contro il Palombara per la semifinale di Coppa. Che gara ti aspetti?

Penso che sarà una partita simile. Probabilmente loro recupereranno qualche giocatore, ma mi aspetto lo stesso tipo di partita. Magari anche lo stesso epilogo, magari con un nostro guizzo ai calci di rigore.


Mister, possiamo dire che sei un esperto di Final Four, pur senza aver mai vinto la Coppa. E’ questa la volta buona?

Se i modi di dire non sbagliano, perdo anche quest’anno, visto che sono arrivato in finale già due volte, senza mai mettere le mani sul trofeo. Speriamo di riuscire a cancellare l’efficacia dei modi di dire, perché riuscirci sarebbe davvero bellissimo.