Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Capitolina Marconi, arriva il Campobasso

Il team giallonero scenderà in campo al Pala To Live. Petrucci: "Proviamo ad allungare ancora"



Emanuele PetrucciLa squadra di Minicucci chiamata all'ultima fatica prima della sosta natalizia e l'inizio del 2016. I gialloneri, sabato alle 15 al To Live, ospitano il Campobasso, ultimo della classe e proveranno ad approfittare dello scontro diretto fra il Lido di Ostia e l'Ardenza Ciampino, le prime due dirette rivali.

Sarà sugli spalti a fare il tifo per i compagni Emanuele Petrucci, infortunatosi ormai un paio di mesi fa, ma sempre presente agli allenamenti e alle partite. “Il 23 dicembre mi sottoporrò ad un'ecografia che dovrebbe darmi i precisi tempi di recupero, attendo con impazienza il responso, sperando di tornare il prima possibile. Stare fuori e non poter dare una mano alla squadra è brutto e frustrante, ma i miei compagni stanno facendo più del dovuto, dentro e fuori dal campo. La mia assenza non si è sentita, ma se si fosse sentita sarebbe stato un problema” sorride Petrucci. La Capitolina ha la possibilità di festeggiare al meglio il nuovo anno, ma non dovrà farsi distrarre: “Vogliamo andare in vacanza sereni e tranquilli – rincara l'ex Lodigiani -, ma sono sicuro che faremo il nostro dovere”.

Sembra banale dirlo, ma il segreto di questa squadra è proprio il gruppo. “Sono sincero, quando abbiamo ricominciato la stagione credevo che fosse difficile ricreare un gruppo vero come quello dello scorso anno, ma dopo un mese mi sono dovuto ricredere. In più, rispetto al passato, abbiamo una guida tecnica che ci sta facendo fare il salto di qualità, con uno staff che sa esaltare le caratteristiche di ogni singolo giocatore, facendoci rendere al cento per cento. È tutto un insieme di cose: dalla guida in campo, dal lavoro della società alle spalle, per finire con uno spogliatoio che funziona dentro e fuori dal campo”. Insomma, è una Serie B, quella della Capitolina, che sin qui ha regalato solo grandi soddisfazioni: “Questa è una squadra costruita con criterio: la società ha puntato sui giovani e su qualche elemento di esperienza che facesse da guida al resto del gruppo. Ha funzionato tutto a meraviglia e anche se credo che il livello del campionato si sia abbassato rispetto a qualche stagione fa, stiamo facendo la differenza sul piano dell'intensità, del gioco e nell'essere una squadra vera” conclude Petrucci.