Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Capitolina, resta De Cicco, Zito raggiunge Minicucci

La società giallonera ufficializza la conferma del pivot e l'ingresso dell'ex Torrino e Ct Eur nello staff tecnico



Luca De CiccoL'A.S.D. Capitolina Marconi comunica due importanti operazioni. La prima riguarda direttamente il roster della prima squadra: è infatti arrivata la conferma ufficiale di Luca De Cicco; la seconda, invece, è l'annuncio dell'ingresso di Giorgio Zito nello staff tecnico della prima squadra.

Luca De Cicco è e resta un giocatore della Capitolina Marconi. L'ufficialità, arrivata nella giornata di ieri, rende tutti soddisfatti. “Conosco bene la società e so che quando dice e si mette in testa una cosa, poi è quella. Sono sicuro che realizzeremo tutto ciò che ci stiamo progettando”. De Cicco si ritroverà ad essere allenato da Minicucci: “Lo conoscevo solo esternamente, ma le prime impressioni dentro al campo sono state subito ottime: è uno che esprime il calcio a 5 in tutti i sensi. Non so quali saranno gli obiettivi che avremo, ma siamo pronti per fare un bel campionato: di questo ne sono sicuro. Anche a livello personale punto a fare meglio e ad ottenere risultati migliori rispetto a quelli della stagione appena conclusa”. 

L'altra operazione conclusa, come detto, è quella che porta Giorgio Zito alla Capitolina. La fumata bianca è arrivata e il braccio destro di Minicucci sposa così la causa del club romano. “Proveremo a tirare fuori il meglio dalla prima squadra e dalle squadre giovanili – commenta Zito stesso -. Creando un gruppo collegato a cascata dalla prima squadra in giù, tanti ragazzi ruoteranno in diverse squadre e proveremo a dare degli input sul tipo di lavoro da impostare”. Zito ritrova Minicucci, un duo che sembra inscindibile: l'ex Roma Torrino e CT Eur sarà il vice allenatore e il preparatore atletico. “Sono tanti anni che lavoriamo insieme, ci conosciamo e sappiamo le esigenze di entrambi. Siamo cresciuti sotto tanti punti di vista, aggiornando le nostre competenze. C'è una stima reciproca sulle qualità umane e professionali. Finché possiamo, proviamo a restare insieme. Ci tengo a ringraziare la società perché ha trovato la via giusta per risolvere alcune esigenze che avevo manifestato e alla fine abbiamo ragionevolmente trovato un accordo che soddisfi entrambe le parti. Spero di conquistarmi la loro stima anche sul campo oltre che a parole”.