Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Capolavoro Anziolavinio: Viterbese fuori dalla Coppa Italia!

Vittoria ai rigori per i biancoblu dopo l'1-1 nei tempi regolamentari con le reti di Succi e Pippi. Decisivi gli errori dal dischetto di Nuvoli e Federici ma i viterbesi recriminano per un gol annullato a Pero Nullo



ANZIOLAVINIO - VITERBESE 5 - 4 (d.c.r.)
MARCATORI 4’st Succi (A), 21’pt rig. Pippi (V)
ANZIOLAVINIO Rizzaro 6, Mortaroli 6, Succi 7, Buonocore 6 (24’st Nanni sv), Petricca 5, Fioravanti 6.5, Drago 6.5, Guida 5.5, Billi 5.5 (32’st Lauri sv), Di Dionisio 6, Simeoli 6 (15’st Metta 5.5). PANCHINA Galassi, Franci, Mantineo, Scippa, Zigulich. ALLENATORE Alvardi
VITERBESE Fadda 6, Perocchi 6, Pacciardi 6.5, Nuvoli 6.5, Federici 6, Scardala 6.5, Ciaramelletti 5.5 (1’st Faenzi 6), Giannone 6.5, Saraniti 6, Pero Nullo 6.5, Pippi 6.5 (24’st Morini sv). PANCHINA Zonfrilli, Pingitore, Russi, Cirina, Andreoli, Spinelli, Ghezzi. ALLENATORE Gregori
ARBITRO Minafra di Roma 2, voto 5.5 ASSISTENTI Fontemurato di Roma 2, Antonaglia di Roma 1
NOTE Espulso al 30’ Petricca (A) per doppio giallo. Ammoniti Guida, Petricca, Mortaroli. Angoli 1-17. Rec 0’pt - 4’st. SEQUENZA RIGORI Fioravanti (A) gol, Morini (V) gol, Di Dionisio (A) gol, Saraniti (V) gol, Metta (A) parato, Giannone (V) gol, Lauri (A) gol, Nuvoli (V) traversa, Mortaroli (A) gol, Federici (V) palo.


Gioia Anziolavinio ©inliberuscita.itClamoroso al Bruschini di Anzio. L’Anziolavinio di mister Alvardi con una prestazione di grande tenacia e carattere riesce ad eliminare la corazzata Viterbese dalla Coppa Italia. Un risultato sorprendente che penalizza una Viterbese che, soprattutto nella ripresa, ha creato tantissime occasioni da gol e che avrebbe forse meritato qualcosa in più. Importante comunque la prestazione dei padroni di casa che non hanno mai mollato, restando concentrati sulla gara per tutti i 90’ di gioco, riuscendo a resistere con determinazione nonostante gli ultimi minuti giocati in inferiorità numerica. 
Primo tempo. La gara inizia con i padroni di casa molto propositivi e al minuto 11 arriva la prima occasione pericolosa: giro palla veloce dell’Anziolavinio con Billi che si ritrova completamente solo al limite dell’area, il numero 9 calcia con il destro di prima intenzione ma Fadda si allunga sulla sua sinistra e blocca il pallone in due tempi. Al 19’ arriva la risposta degli ospiti con il colpo di testa, sugli sviluppi di un corner, di Pacciardi che termina di poco alto sopra la traversa. Nei primi 25’ la partita è aperta, la Viterbese comanda il gioco ma l’Anziolavinio quando riparte sembra avere le qualità per impensierire la retroguardia ospite. Nel finale di tempo le occasioni stentano ad arrivare, la Viterbese continua a spingere ma i padroni di casa si difendono con grande ordine ed efficacia. Così senza recupero il direttore di gara manda le due squadre a riposo sul risultato di 0 - 0. 
Secondo tempo. La ripresa si apre a tutto gas e dopo appena 4’ di gioco l’Anziolavinio sblocca il risultato: sugli sviluppi di un corner il pallone esce dall’area di rigore e Succi con un siluro di prima intenzione insacca il pallone all’incrocio dei pali dopo Fadda non può proprio arrivare. La Viterbese reagisce e sfiora il pari al 12’ con una punizione di Giannone, Rizzaro è bravo e riesce a deviare il pallone in calcio d’angolo. Gli ospiti spingono e al 21’ si conquistano un calcio di rigore per un fallo di mano, dubbio, in area su tiro di Pero Nullo. Sul dischetto si presenta Pippi che con freddezza spiazza Rizzaro, riportando il risultato in parità. I viterbesi continuano a spingere e poco dopo collezionano una grande occasione per portarsi in vantaggio. Cross dalla sinistra, Saraniti fa la sponda per Pero Nullo che calcia al volo con il destro, ma il pallone termina fuori alla sinistra di Rizzaro. La gara si complica per i padroni di casa che al 30’ restano in dieci per l’espulsione di Petricca che, già ammonito, commette un nettissimo fallo su Pero Nullo costringendo il signor Minafra di Roma 2 a spedirlo anzitempo sotto la doccia. Al 38’ occasione colossale per la Viterbese: Saraniti si ritrova a tu per tu con il portiere di casa ma tira debolmente favorendo l’intervento dello stesso che riesce a salvare il risultato. Al 45’ la Viterbese sembra passare in vantaggio: tocco dolce di Giannone per Pero Nullo che al volo insacca il pallone in fondo al sacco, ma l’assistente dell’arbitro annulla per un fuorigioco quantomeno dubbio. Dopo 4’ di recupero il direttore di gara fischia la fine dei 90’ regolamentari, costringendo le due squadre a giocarsi tutto ai calci di rigore. Dagli undici metri decisivi gli errori di Nuvoli e Federici che condannano la Viterbese all’eliminazione. Avanza così nella competizione l’Anziolavinio nonostante un secondo tempo in cui la formazione ospite avrebbe meritato qualcosa in più.