Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Cardinali lascia il Città di MSGC, va al Città di Anagni

Il bomber scende in Prima Categoria: "Qui stavo bene. Adesso spero di riportare in alto i colori biancorossi"



Francesco Cardinali Foto © asdcittamontesangiovannicampano.itFrancesco Cardinali non è più l’attaccante del Città Monte San Giovanni Campano. Lascia il club giallo-azzurro dopo dodici giornate di campionato condite da prestazioni importanti e da due reti di qualità. Se ne va senza sbattere la porta, in pieno accordo con la società monticiana. Dallo stesso Cardinali abbiamo appreso i motivi che lo hanno spinto a rescindere il contratto con il Monte: "Ho deciso di lasciare il Città Monte San Giovanni Campano, a malincuore, per stare vicino alla mia famiglia. Non si tratta di una scelta legata all’aspetto economico visto che a Monte San Giovanni Campano mi trovavo benissimo". 

Quale sarà la sua nuova destinazione? 

"Essendo di Anagni ho deciso di scendere di categoria pur di poter stare accanto ai miei cari… Per la prima volta vestirò la casacca della squadra del mio paese e con grande determinazione darò tutto per riportare in alto i colori bianco-rossi". 

Chi si sente di ringraziare del Città Monte San Giovanni Campano? 

"In primis ringrazio i presidenti Sandro Sigismondi e Giovanni Mastrantoni, il direttore generale Marco Sorgi, il segretario Luigi Cinelli, mister Angelo Bottoni, i preparatori atletici Cristiano Schietroma e Luca Lupi, Riccardo D’Orazio, Fabio Mastrantoni, i compagni di squadra che mi hanno dimostrando grande affetto, lei che con la sua presenza ed i suoi articoli mi è stato e ci è stato molto vicino! I gol realizzati in questa stagione sono tutti per mister Bottoni, persona e tecnico straordinario; spero un giorno di poter tornare a lavorare con lui e sono convinto che con le sue idee ed il suo modo di comportarsi farà carriera". 

Ci riassume l’anno e mezzo vissuto a Monte San Giovanni Campano tra Promozione ed Eccellenza? 

"Nel mondo del calcio non è semplice trovare amici veri ed io, a Colli prima e a Monte dopo, c’ero riuscito… Spero di sbagliarmi ma, in riferimento ai numeri, difficilmente potrò ripetere un’annata come quella dello scorso anno nella quale ho messo a segno ben trenta gol. Sono convinto che se fossi rimasto nel Città Monte San Giovanni Campano, dieci/quindici gol a fine stagione li avrei realizzati". 

Ci spiega la scelta del Città di Anagni? 

"Ho deciso di accettare l’ambizioso progetto della società anagnina per la serietà dei dirigenti bianco-rossi, in modo particolare di Simone Pace ed Alfredo Cicconi, e di mister Fabio Gerli. Ritroverò amici di vecchia data, ho una grande carica interiore e non vedo l’ora di iniziare la nuova avventura con rinnovato entusiasmo".