Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Carlisport Cogianco, Boaventura: "Pensiamo solo a noi stessi"

La formazione castellana si prepara alla trasferta in casa della Golden Eagle Partenope



Image titleMessa alle spalle la bella vittoria interna sul Policoro, la Carlisport Cogianco è già concentrata sulla sfida sul campo della Golden Eagle Partenope, che all’andata venne travolta al PalaCesaroni di Genzano. «Ma da loro sarà tutta un’altra gara – avverte Marco “Veleno” Boaventura – perché nel primo scontro diretto avevano alcune pesanti assenze e poi in casa loro avranno il sostegno del pubblico. Sappiamo che non sarà facile, ci aspetta una battaglia, ma noi dobbiamo dimostrare di voler continuare a stare ai vertici della classifica fino alla fine». Boaventura taglia decisamente corto quando gli si chiede un parere sulla classifica attuale che vede la Carlisport Cogianco al secondo posto, tre punti dietro il Belvedere capolista e tre avanti rispetto alla Futsal Isola terza, mentre il Salinis è scivolato a -5 dopo la sconfitta di Fiumicino. «Inutile fare calcoli, ho sempre detto che bisogna pensare ad affrontare una partita alla volta e che i risultati degli altri non ci devono interessare. Il nostro destino dipende soprattutto da noi stessi». Un passo indietro per commentare il 6-1 sul Policoro griffato dalla sua doppietta (oltre che da quella di Vizonan e dalle reti di Ippoliti e Teixeira). «Abbiamo mostrato l’atteggiamento giusto in questo genere di gare. Abbiamo iniziato in maniera aggressiva, facendo capire che a casa nostra non si passa e che i tre punti devono rimanere ai Castelli – dice Boaventura -. Siamo stati in continua pressione continua, dimostrando che lo possiamo fare e evidenziando una gran voglia di vincere». Determinazione, aggressività, mentalità: il tutto assieme alle grandi doti tecniche di cui è dotata la squadra di mister Mauro Micheli. Questo è il mix giusto per volare in alto e nell’insieme va messo anche il contributo dello stesso Boaventura. «Sono felice per i due gol, fanno sempre piacere anche perché ero stato fuori nella gara di Catania e ci tenevo a far bene – rimarca l’ex Bologna -. L’organico a disposizione del mister gli consente di scegliere tra tante soluzioni e sta a noi in settimana dimostrargli di stare bene e convincerlo a darci fiducia».