Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Carlisport Cogianco, Del Ferraro: "Con il Torrino dobbiamo essere concentrati"

Parla il portiere castellano alla vigilia della sfida contro la sua ex squadra: "Sarà più difficile del match contro l'Augusta"



Leonardo Del FerraroCon ventinove reti al passivo, solo quattro squadre del girone B di serie A2 hanno una difesa più perforata della Carlisport Cogianco. Ma una cosa è certa: il dato non dipende dalla qualità dei portieri. Gli estremi difensori sono, anzi, un punto di forza della squadra di mister Mauro Micheli, uno che ben conosce quel ruolo per averci giocato (a calcio) prima di intraprendere la carriera di allenatore. Domenico Giannone e Leonardo Del Ferraro (senza dimenticare un terzo “di lusso” come Sean Vailati) sono tra i migliori interpreti della categoria e finora si sono quasi “divisi” le presenze in campionato. Nell’ultimo turno, nell’inferno del PalaJonio di Augusta, è toccato al “tanque” Del Ferraro sbarrare la strada agli attacchi siciliani. "Abbiamo preparato benissimo la gara in settimana – dice l’estremo difensore – e abbiamo giocato al massimo in un campo difficile, contro un avversario molto forte e in un ambiente molto caldo. Sarebbe bellissimo vedere lo stesso clima anche al PalaCesaroni, anche se ovviamente parliamo di un impianto dalla capienza totalmente diversa rispetto a quello siciliano". Il fattore decisivo della vittoria di Augusta è stato chiaro, secondo Del Ferraro. "Abbiamo messo in campo la cattiveria giusta, volevamo vincere a tutti i costi per metterci alle spalle una settimana complicata. Sapevamo che l’Augusta avrebbe giocato a lungo col portiere di movimento, ma non l’abbiamo quasi mai sofferto e anzi abbiamo retto bene anche quando siamo stati in inferiorità numerica per l’espulsione di Vizonan". L’alternanza con Giannone non lo infastidisce. "Non mi aspettavo nemmeno di potermi giocare il posto alla pari con Domenico, all’inizio della stagione – dice Del Ferraro -. Qualcuno penserà che per un portiere è fondamentale la continuità: questo è certamente vero, ma il fatto di non avere il posto “da titolare” ci stimola tantissimo e ci fa tenere alta la tensione fino al momento della gara. Sono contento della fiducia che mi sta dando il mister e cercherò di ripagarla ogni volta che vengo chiamato in causa". Nella prossima occasione ci sarebbe pure un avversario speciale: al PalaCesaroni (ore 15) arriva la sua ex squadra. "La Roma Torrino ha zero punti, ma conosco la loro mentalità e so che verranno a Genzano senza nulla da perdere e provando a fare l’impresa. Per noi sarà una gara più difficile di quella di Augusta, dovremo essere super concentrati".