Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Carlisport Cogianco, Ippoliti: "A fare la differenza è stato il cuore"

Il "genio" del team castellano torna a parlare sulla strepitosa vittoria ottenuta contro la capolista Atletico Belvedere



L'esultanza di Luca IppolitiA quattro giorni di distanza, c’è ancora negli occhi di chi era al PalaCesaroni di Genzano la super prestazione della Carlisport Cogianco che ha letteralmente dominato dal primo all’ultimo minuto il big-match con il Belvedere. Una vittoria per 8-1, d’altronde, è un punteggio indiscutibile per ogni sportivo con un minimo di raziocinio e vale la pena rivivere il match ascoltando le impressioni di uno dei grandi protagonisti, quel Luca Ippoliti che ha sbloccato la contesa su calcio di rigore dopo appena 4’. «E’ stata una partita iniziata il lunedì precedente, preparata perfettamente e interpretata magnificamente – dice “il genio” -. A far la differenza, però, è stato il cuore: noi ci abbiamo messo l’anima, andando oltre le nostre qualità tecniche. E così è arrivato un successo largo quanto ineccepibile. Ma questa, a mio parere, è la vera Carlisport Cogianco». Chissà se nell’ambiente castellano si aspettavano una partita così “squilibrata”. «Forse loro non si aspettavano di trovare un avversario così determinato e agonisticamente feroce – dice Ippoliti -, erano tranquilli prima dell’inizio del match, ma durante la gara li ho visti smarriti e non sapevano come controbatterci». Il “problema” principale è che il campionato è tutt’altro che finito, anzi: praticamente comincia ora. «Sappiamo benissimo di non aver vinto niente – spiega Ippoliti -, nonostante la grandissima partita di venerdì siamo ancora alle spalle del Belvedere (due punti, ndr), pur avendo giocato una gara in meno rispetto a loro. Ci siamo presi un paio di giorni per “goderci in pieno” questa importantissima vittoria accompagnata da una prestazione praticamente perfetta, ma abbiamo già voltato pagina e stiamo pensando a sabato». Prima di parlare del prossimo delicatissimo match a Barletta, sul campo del Salinis (ci sarà differita su Rai Sport in seconda serata), a Ippoliti bisogna chiedere della fantastica cornice in cui si è giocata la super-gara con il Belvedere: il PalaCesaroni era un “muro infernale” e anche uno che ha giocato per anni e a grandi livelli non rimane certamente indifferente a queste emozioni. «La speranza è che con questa partita ci siamo “conquistati” le simpatie di molti sportivi di Genzano, Ariccia e dei Castelli in generale. Giocare in quel clima è fantastico e rappresenta una grande spinta per tutti noi: il classico uomo in più». Che in Puglia sarà dalla parte del Salinis. «Affrontiamo una squadra forte, una delle più preparate della A2 che all’andata vinse in casa nostra. Ci attende un match ancora più difficile di quello di venerdì» conclude Ippoliti.