Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Carlisport Cogianco: prima il black out, poi la rimonta

La formazione castellana va sotto di tre reti in avvio di ripresa, poi cambia marcia e raggiunge l'Asti sul 4-4



Ippoliti e Ruben (Foto © Bocale)Cinque minuti maledetti in cui per la Carlisport Cogianco si è fatto buio pesto, avevano permesso all’Asti di allungare, nella prima parte di secondo tempo, fino al 4-1, dopo che la formazione di casa era andata in svantaggio ed aveva trovato il pareggio nel corso della prima frazione. Poi il moto d’orgoglio e la ragione che ritrova la strada giusta, due colpi ben piazzati da Ippoliti su punizione che festeggia con una splendida doppietta il suo trentaseiesimo compleanno e tutto torna in discussione. Fino all’ultimo sussulto, nell’ultimo occasione, all’ultimo secondo, che però lascia l’esultanza soffocata.

Le prime occasioni sono per l’Asti, pericoloso dalle parti da Francesco Molitierno che però è attento in uscita su Romano prima e sui tentativi dalla distanza di Duarte poi. Ad andare in vantaggio è invece la Carlisport Cogianco con Waltinho, che alla metà esatta del primo tempo sfugge agli avversari sulla sinistra ed incrocia nell’angolo opposto battendo Casassa per lo 0-1. Duarte coglie il palo, poco dopo Molitierno chiude ancora la strada ad un tiro orange ma la respinta finisce su Zanella che precisissimo, piazza il pallone dove il portiere non può arrivare e sigla il pareggio. L’Asti raggiunge i 5 falli ma non succede più nulla e la prima frazione finisce in parità.

Inizia la ripresa e dopo poco, si spegne la luce. Al 3’ uscita di Molitierno che stende Crema e rigore per l’Asti, trasformato da De Oliveira con Molitierno che riesce solo a toccare. Al 5’ Zanella fa 3-1 ed all’8’ l’altro ex Romano segna il 4-1. Proprio nel momento peggiore però, nel momento di buio più nero, quando la paura potrebbe prendere il sopravvento e paralizzare chiunque, è in quel momento che serve l’intervento di qualcuno che accenda la luce e quel qualcuno è Luca Ippoliti. Calcio di punizione da zona centrale al 10’, botta in porta e gol e speranze riaccese, insieme a quella luce che porta la Carlisport Cogianco a riprendere campo e non sbagliare praticamente più nulla (o quasi, almeno fino all’ultimo secondo). Al 13’ segna di nuovo Waltinho, poi il match si ferma per il brutto scontra tra Casassa e Paschoal che costa il giallo al portiere dell’Asti e l’uscita per infortunio al giovane laterale della CarliCogianco. Dal calcio di punizione che ne consegue, Luca Ippoliti da fondo a tutta la sua classe sfoderando un sinistro perentorio che supera ancora Casassa e regala il pareggio.

L’Asti tenta il tutto per tutto col portiere di movimento (Crema) e non spreca nulla, non forza una giocata, tiene palla con pazienza e tenta l’affondo solo negli ultimi 5 secondi ma Bertoni centra l’incrocio dei pali. Tobe recupera e innesca Waltinho, che parte verso la porta vuota rincorso da due avversari. All’ultimo secondo, il tiro che si spegne oltre la traversa e ricaccia in gola l’esultanza della Carlisport Cogianco, che ha comunque il grandissimo merito di averci creduto ed aver raddrizzato un match che sembrava ormai perso. Bene così, un punto guadagnato ed ora, testa al derby di venerdì al PalaCesaroni, quando in diretta RAI a Genzano arriverà la Lazio.