Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Carlisport Cogianco: sconfitta ma squadra in ripresa

La squadra di Musti cade nel match casalingo con il Pescara



Vincono i Campioni d’Italia al PalaKilgour di Ariccia, al termine di una partita combattutissima in cui la Carlisport Cogianco era andata sotto di 3-0 tra il primo tempo e l’inizio della ripresa, ma poi ha saputo tornare in partita e mettere alle corde una della squadre più forti d’Europa, segnando due reti ed andando vicina al pareggio in più occasioni nel finale. Pronti via e Maxi Rescia segna il terzo gol dell’ex nelle ultime due partite, portando avanti il Pescara. Sono trascorsi solo 97 secondi dall’inizio.  Le squadre in campo si alternano nel tenere il pallino del gioco senza che una o l’altra riescano a prendere con forza il possesso del campo, anche se sembra il Pescara nella prima frazione a fare leggermente meglio dei padroni di casa, tanto da trovare il gol dello 0-2 con Lara. La Carlisport Cogianco inizia a reagire ed a farsi vedere con maggiore convinzione dalle parti di Garcia Pereira, che ci mette una pezza in un paio di occasioni e mantiene il doppio vantaggio per i suoi fino alla fine del primo tempo. Al 6’ della ripresa la sorte aiuta i delfini: un rilancio dalla difesa viene deviato di testa da Paulinho, il pallone prende una traiettoria insidiosissima ed impatta sulla parte traversa prima di terminare sul fondo. Sugli sviluppi del corner, sale in cattedra Betao, che si libera in palleggio col sinistro ed esplode un destro che fulmina Molitierno sotto l’incrocio. Triplo svantaggio e per la Carlisport Cogianco la luce sembra doversi spegnere definitivamente. Invece la squadra si rimette a giocare, alza i ritmi e mette anche quel pizzico di personalità in più, finché Paschoal al 7' esatto, dopo la solita raffica di finte riesce a liberare il destro dalla distanza trovando il gol. La carica è suonata, passa appena un minuto e mezzo che “Japa” Vieira scrive ancora il suo nome nel tabellino dei marcatori riaprendo il match. Il Pescara coglie un palo con Caputo ma ormai, anche senza Waltinho squalificato e Tobe fermato da un infortunio, la Carlisport Cogianco e tornata viva, si trova sotto di una sola lunghezza contro i Campioni d’Italia e cerca di completare la rimonta con il portiere di movimento, Luizinho, inserito a tre minuti circa dalla fine. Le occasioni arrivano, il pareggio no. Al contrario, arriva un nuovo KO in casa, sempre al PalaKilgour, che non sembra portare benissimo alla prima squadra al contrario di quanto succede con le vincenti formazioni giovanili, ma pur con l’amaro in bocca della sconfitta il livello della prestazione, contro una formazione fortissima come il Pescara, ha lasciato il bicchiere mezzo pieno. La squadra risponde bene alle difficoltà e sa reagire, il carattere non manca ed il momento peggiore sembra ormai alle spalle, manca solo il ritorno dei risultati a dare forza ad una ripresa che sembra già partita. 

Sconfitta di misura per la Carlisport Cogianco (foto@Bocale)

CARLISPORT COGIANCO-PESCARA 2-3 (0-2 p.t.) 

CARLISPORT COGIANCO Molitierno, Vieira, Ippoliti, Boaventura, Paulinho, Ruben, Urio, Brizzi, Scigliano, Paschoal, Raubo, Del Ferraro. All Musti 

PESCARA Garcia Pereira, Borruto, Nicolodi, Rescia, Caputo, Betao, Salas, Ercolessi, Lata, Canal, Pietrangelo, Chiavaroli. All Colini 

MARCATORI 1'37'' p.t. Rescia (P), 13'13'' Lara (P), 5'49'' s.t. Betao (P), 7' Paschoal (C), 8'32'' Vieira (C) 

AMMONITI Vieira (C), Urio (C), Molitierno (C), Paulinho (C) ARBITRI Marco Delpiano (Cagliari), Carmelo Loddo (Reggio Calabria) CRONO Daniele Di Resta (Roma 2)