Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Carlisport, Vizonan: "A Fiumicino per vincere"

La formazione castellana si appresta a vivere la gara che vale una stagione. Contro la Futsal Isola c'è in palio la Serie A



Lucas VizonanUn finale paradossale. La Carlisport Cogianco, stante la decisione della Disciplinare sul punto di penalizzazione affibiato all’Atletico Belvedere, è prima in classifica e sabato giocherà una “finalissima” a Fiumicino, contro una Futsal Isola ormai terza sicura dopo il pareggio di Catania. Ma anche vincendo la gara con gli “orange” di Angelini, i castellani dovrebbero comunque attendere l’esito del ricorso calabrese contro la penalità. Davvero difficile concentrarsi solo sulle questioni di campo in questo modo, ma la Carlisport Cogianco ha dimostrato già di saperlo fare nel match di sabato scorso, l’ultimo della stagione (regolare…) al PalaCesaroni di Genzano. "Abbiamo pensato solo a preparare al meglio la partita contro l’Odissea e lo stesso faremo per quella di Fiumicino. Dobbiamo vincere per rimanere primi secondo l’attuale classifica, poi vedremo se potremo festeggiare definitivamente" sottolinea Lucas Vizonan, autore di una bella doppietta contro i calabresi che lo ha portato a quota 23 in stagione. "Sto cercando di entrare nei meccanismi tattici di mister Bernardi – dice il pivot -, applicandomi di più in fase difensiva. So che devo migliorare ancora da quel punto di vista, ma posso essere soddisfatto. Poi è chiaro che stare vicino all’area di rigore avversaria mi piace tanto» sorride Lucas che poi analizza il match non proprio semplice con l’Odissea. "Loro sono venuti a Genzano con la testa “sgombra” e con la salvezza in pugno, quindi si sono giocati il match senza aver nulla da perdere. Noi abbiamo dimostrato ancora una volta di saper fare una buona fase difensiva, loro ci hanno sorpreso su un paio di situazioni da palla inattiva su cui lavorano molto, ma ci può stare. Credo che la Carlisport Cogianco stia migliorando di partita in partita". E ora c’è il match di Fiumicino, vitale e “senza ritorno”. "Sarà una battaglia, non ci aspettiamo regali – dice Vizonan -, noi sappiamo di avere un solo risultato. Poi si vedrà".