Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Carmine Tarantino è il nuovo tecnico della nazionale Under 21

Il neo ct succede a Raoul Albani: "Il sogno di qualsiasi allenatore. Giovani fondamentali per la crescita del Futsal"



Carmine TarantinoE' Carmine Tarantino il nuovo allenatore della Nazionale italiana Under 21 di futsal. Tarantino prende il posto di Raoul Albani, a cui la Divisione Calcio a cinque  esprime il ringraziamento per il lavoro svolto nelle ultime sei stagioni.

Tarantino, nato a Napoli il 4 dicembre 1981, collaboratore tecnico del c.t. della Nazionale italiana, Roberto Menichelli, anche nel trionfale cammino che ha portato l'Italia sul trono d'Europa, ad Anversa nel 2014. si è messo in luce vincendo tre scudetti giovanili consecutivi, dal 2010 al 2012, sulla panchina di Futsal Bagnolese (Allievi), Real Napoli (Allievi) e Napoli (Juniores), e ha guidato il Napoli calcio a 5 nel campionato di Serie A 2012/2013.

Istruttore nei Futsal Camp, raduni giunti alla terza stagione nell'ambito dei progetti “Calcio +” del Settore Giovanile e Scolastico della Figc e “Io calcio a 5” della Divisione Calcio a cinque, che coinvolgono i migliori talenti Under 15 e Under 17 d'Italia, Tarantino potrà accompagnare l’intero processo formativo dei giovani calciatori di futsal.

“Da italiano e da allenatore è per me motivo di grande orgoglio poter diventare l'allenatore di una delle Nazionali di futsal – le parole di Tarantino -. È il sogno di qualsiasi tecnico, e ringrazio quindi la Federazione e la Divisione per la fiducia riposta in me. In questa stagione continuerò la collaborazione con il c.t. Menichelli così come l'attività dei Futsal Camp. Sono partito tanti anni fa facendo l'istruttore nell'attività di base e in seguito allenando nelle categorie agonistiche giovanili fino ad arrivare alla massima serie: sono convinto che i progetti che stiamo sviluppando con i giovani siano fondamentali per la crescita del movimento e della nostra disciplina e che questi ragazzi possono rappresentare il presente e il futuro dei club e delle nostre squadre nazionali. Bisogna credere in loro e per questo continueremo il lavoro di collaborazione intrapreso in questi anni con i club e con le rappresentative regionali”.