Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Carpentieri-gol! Romulea ok col Ladispoli: è prima

All'undici di Torcolini basta un bel pallonetto del centravanti per avere la meglio sui lidensi



ROMULEA – LADISPOLI 1-0

MARCATORE
Carpentieri 4’pt
ROMULEA Clemenzi, Cerbara, Sorrentino, Pennacchio (2’st Scarfagna), Forti, Fortunato, Torsellini, Rizzo (36’st Piselli), Carpentieri (8’st Carello), Lanzone (38'st Liliu), Gretarsson PANCHINA Filippo, Rotoloni, Cordone ALLENATORE Torcolini
LADISPOLI Salvato, Monici, Calcaterra, Galluzzo, Veneziale (10’pt Bargiacchi), Di Filippo, Larocca (16’st Pallozzi), De Marco, Carradori (28’pt Tamburello, 33’st D’Ascanio), Falco (30’pt Vagnarelli), Avolio (17’st Buonanno) PANCHINA Lojoli, ALLENATORE Marinelli
ARBITRO Nuccetelli di Roma 1
NOTE Ammonito Falco. Angoli 1-1. Rec. 1'pt - 5’st.

Romulea in azione ©PaoloLoriRomulea a punteggio pieno. Questo il verdetto della seconda giornata del Memorial Bini: gli amaranto-oro non brillano ma superano il Ladispoli. Un altro 1-0 al Cinecittà 2, dopo quello con la Tor Tre Teste firmato Gretarsson: stavolta il mattatore è Carpentieri. Partita non tra le più avvincenti della manifestazione, meglio la Romulea nel primo tempo, più intraprendente a discapito di un Ladispoli quasi del tutto inoffensivo. Primo brivido con la conclusione da fuori di Lanzone, poi al 4’ si rompe l’equilibrio con il pregevole pallonetto di Carpentieri, con la retroguardia lidense sorpresa da una verticalizzazione. La risposta dei ragazzi di Marinelli si concretizza con un tentativo di Falcio da posizione defilata, alto di poco sulla traversa, a cui la Romulea replica con la girata di Rizzo, Salvato attento blocca in presa bassa. Nulla più fino all’intervallo, dopo una seconda parte di frazione avara di emozioni, poi nella ripresa si sveglia il Ladispoli, subito insidioso con la girata di De Marco. Per i successivi 20’ abbondanti non succede veramente nulla, neanche i subentrati riescono a ravvivare il match. Guizzo del Ladispoli al 28’ con il colpo di testa di De Marco, bloccato da Clemenzi, poi il triplice fischio dell’arbitro proietta la banda Torcolini in testa alla classifica.