Notizie
Categorie: Giovanili - Allievi

Casilina, Francesco Facchi carica i suoi Allievi: "Abbiamo grandi potenzialità"

Parla il tecnico: "Orgoglioso di allenare l'unica formazione regionale di questo club"



Image titleQuello in arrivo sarà un fine settimana importante per il Casilina. E’ la domenica dell’esordio della Prima categoria (denominata Poli, che alle ore 11 si esibirà nel derby sul campo della Borghesiana), ma è anche la giornata di inizio delle fatiche ufficiali degli Allievi, in questa stagione l’unica squadra regionale del club del presidente Umberto Coratti. Mister Francesco Facchi sa bene cosa significa questo. «Dobbiamo far ritornare il settore giovanile del Casilina quel fiore all’occhiello della società che era fino a poco tempo fa. Le potenzialità ci sono, lavorando tutti insieme possiamo riuscirci. Il nostro gruppo ha una grande responsabilità: dovremo cercare di mantenere la categoria a tutti i costi». Gli Allievi regionali del Casilina sono un gruppo totalmente rifondato. «Nella scorsa stagione non c’era un gruppo di ragazzi del 1998, quindi abbiamo dovuto ricominciare da zero – sottolinea Facchi -. Magari tecnicamente ci sono delle lacune e di fronte avremo avversari di grande spessore e tradizione, ma dovremo sopperire alle nostre carenze con sacrificio, sudore e spirito di gruppo». Al suo fianco lavoreranno il vice e ortopedico Franco Gentile, il preparatore atletico Tommaso Rinaldi e il dirigente accompagnatore Luciano Cera. Il primo avversario del Casilina, da affrontare al “De Fonseca” alle ore 9 di domenica, sarà l’Accademia Calcio Roma. «Ce la vedremo con un club che negli ultimi anni ha puntato forte sul settore giovanile agonistico. Sarà una delle squadre di spessore che dovremo affrontare – sottolinea Facchi -, ma per noi tutte le gare saranno difficili e servirà il massimo impegno». Facchi fa parte della storia di questa società visto che da calciatore ha vinto l’ultimo campionato di Prima categoria disputato dal club qualche stagione fa. «Quando in estate mi hanno chiesto di allenare l’unica formazione regionale del Casilina – rivela Facchi -, sono stato davvero orgoglioso. Avevo un ottimo ricordo di questa società e ho accettato questa sfida. Speriamo di fare bene».