Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Caverni salva la Vigor Perconti contro la Vis Subiaco

La doppietta di Pizzelli aveva ribaltato il vantaggio iniziale dei padroni di casa. Il pareggio rossoblu arriva nel recupero



15a Giornata - 14 dic 2014
2 - 2

MARCATORI 23’pt Piccone (VP), 12’st, 36’st Pizzelli (VS), 46’st Caverni (VP)

VIGOR PERCONTI Dimasi, Nicolini, Forte, Lisari, Zampolini, Di Ruzza, Campanella (22’st Borgia), Stillo (39’st Provaroni), Piccone (27’st Caverni), Colarossi, Di Bari PANCHINA Scalabrin, Di Paolo, Sambruni, Brisciana ALLENATORE Bellinati

VIS SUBIACO Gigli, P. Molinari (1’st Moselli), Scorpio, Pizzelli (39’st Catarinozzi), Proietti, Proietti Rossi, Scifoni (11’st Carvi), Cacchioni, Lustrissimi, M. Molinari PANCHINA Postoia, Eusepi, Patrizi, Orlandi. ALLENATORE  Bonifazi

ARBITRO Capone di Cassino

ASSISTENTI Caprari di Roma1 e Palmiero di Latina

NOTE Espulso Colarossi (VP) al 42’pt per somma di ammonizioni Ammoniti Stillo, P. Molinari, Proietti Rossi, Proietti, Neri, Cacchioni Angoli: 4-4 Rec. 4’pt; 3’st


La rete di CaverniUn punto guadagnato per la Vigor Perconti, nella sfida diretta per la salvezza giocata contro la Vis Subiaco. Un punticino che per come si sono messe le cose è sicuramente d’oro, acciuffato proprio nel recupero di un match certamente condizionato dai disastri della terna arbitrale nella seconda metà di gara, ma che una formazione come quella blaugrana non può e non deve lasciarsi sfuggire. Alla fine del campionato i punti persi in giro peseranno e non poco in ottica permanenza in categoria. Ingenuità pesante quella di Colarossi, che sul finire del primo tempo lascia i suoi in dieci uomini per un intervento chiaramente in ritardo e dunque meritevole del cartellino giallo; sicuramente da rivedere invece il primo fallo dell’ex La Rustica, nel quale i dubbi restano circa l’ammonizione. 


Buona la gara nel complesso da parte dei blaugrana nella prima frazione di gara, che danno prova di grande grinta e rischiano soltanto al 7’, sulla conclusione di Scifoni che termina abbondantemente alta sopra la traversa. L’ottimo ed ispirato Colarossi ci prova in un paio di circostanze (10’, 42’): entrambe le occasioni terminano però sul fondo. Il vantaggio dei padroni di casa giunge invece al 23’, quando sugli sviluppi di un corner è Piccone il più lesto di tutti a ribadire in rete il pallone nel pieno dell’area piccola. Ben diverso, ovviamente il copione nella ripresa, con la Vis Subiaco che in vantaggio di un uomo ma sotto di una rete costringe i padroni di casa a restare interamente rinchiusi nella propria metà campo. Non moltissime le occasioni da goal: al 10’ ci prova M. Molinari in mezza girata, su assist di Moselli dalla destra, ma il tiro viene deviato in calcio d’angolo da Forte. Ospiti che trovano tuttavia il pareggio su calcio di punizione al 12’ grazie a Pizzelli (sulla cui conclusione pesa però una deviazione della barriera blaugrana). La Vigor prova ad agire in contropiede, ma i tiburtini controllano il gioco e passano in vantaggio al 36’, grazie al colpo di tacco su palla inattiva ancora una volta da parte di Pizzelli, che dunque firma la sua doppietta personale. Nel finale ci prova il neo entrato Caverni, che dapprima calcia inopinatamente a lato da posizione defilata (45’) e poi pesca il jolly dal limite dell’area, per il goal del pareggio che fa esplodere letteralmente di gioia la panchina romana.