Notizie

Certosa, Brunetti: “Soddisfatto, ma dobbiamo lavorare tanto”

Il tecnico neroverde traccia una panoramica sulla situazione della sua squadra dopo le prime giornate di campionato



Roberto BrunettiNon è mai facile prendere un gruppo e ricominciare da zero. Roberto Brunetti, con il suo Certosa, non sta sfigurando in questo inizio di campionato e dopo cinque giornate si ritiene abbastanza soddisfatto del lavoro svolto dai suoi ragazzi: “Considerando che fino ad ora abbiamo incontrato tutte ottime squadre, posso dire che i miei ragazzi hanno fatto abbastanza bene”. Dopo due successi consecutivi è arrivato il ko interno con la Romulea, che ha un po’ cancellato i buoni risultati precedenti, ma il tecnico neroverde non vuole buttare tutto al vento di quella partita: “Nel primo tempo abbiamo giocato abbastanza bene e forse sarebbe stato più giusto un pareggio all’intervallo, poi nella ripresa siamo calati e abbiamo subìto due gol in fotocopia. Il merito comunque va agli avversari che sono stati più bravi di noi”. Come in ogni organico nuovo, c’è sempre qualcosa da sistemare e qualche difetto da correggere prima che la squadra cominci a girare alla perfezione: “Dobbiamo lavorare soprattutto sulla concentrazione e dopo queste prime partite direi che bisogna migliorare la difesa sulle palle inattive, visto che la maggior parte dei gol finora presi derivano da situazioni del genere”. Sono sette le reti incassate fino a questo momento dal Certosa, mentre sei sono quelle realizzate, di cui quattro portano la firma di Sammarco, che si sta rivelando un elemento importante per l’attacco: “E’ sicuramente un valore aggiunto, ma la squadra non è costruita tutta su di lui; se fa gol è merito anche dei compagni che lo mettono in condizione. È un uomo gruppo, un leader, come lo sono anche capitano e vice-capitano. Nel frattempo spero che si sblocchino anche gli altri attaccanti, che per vari infortuni ho potuto utilizzare poco”. Il calendario, in questo inizio di stagione, non è stato tanto benevolo con il Certosa, che ha già dovuto affrontare quattro delle principali pretendenti alla lotta playoff. Ora, togliendo la Vigor Perconti, per i neroverdi si apre un ciclo di partite sulla carta più semplici, ma mister Brunetti rimane sui suoi passi, considerando una partita importante quanto un’altra: “Per me in un campionato Elite nessuna partita è facile, ognuna di esse va giocata. Come ce la siamo giocata con la Lodigiani o con la Polisportiva Carso, così dovremo fare anche con l’ultima in classifica; non esiste partita più importante o meno importante”.