Notizie

Certosa, Ottobrini “La mia squadra sarà aggressiva”

Parola al nuovo tecnico della formazione di Via Centocelle: delineati i capisaldi della nuova mentalità



Il tecnico OttobriniDopo le disfatte nelle prime tre giornate di campionato con DLF Civitavecchia, Roma e Massimina, il Certosa festeggia la suo primo successo stagionale: 2-0, sconfitto il Rieti, peraltro senza subire goal. E’ la prima partita per mister Ottobrini, posto alla guida della squadra dopo la conclusione dei rapporti con Ferrari. Non può che essere soddisfatto il nuovo tecnico, che inizia da subito bene: “L’impressione è assolutamente positiva, la squadra non ha subito ripercussioni con il cambio dell’allenatore. Al mio arrivo ho trovato una squadra pronta soprattutto sotto il profilo tecnico, lo abbiamo visto con il Rieti: fortunatamente è andato tutto per il meglio. Come giocherà il mio Certosa? Aggressività, possesso palla e pressing alto nella trequarti avversaria. Queste sono le mie idee, rafforzate peraltro dal fatto che più tempo trascorro con i miei, più mi rendo conto di essere in possesso dei giocatori adatti a giocare con questo tipo di mentalità. Certo, a parte due, tre elementi già formati e ben strutturati, manchiamo un po’ a livello fisico. Per questo motivo chiedo di giocare il più possibile palla a terra. Sarà inoltre fondamentale, per me, lavorare sulla testa dei miei ragazzi. Mi avevano detto che mancava un po’ di carattere, ho visto che nelle precedenti partite si prendeva goal a inizio gara. Cambieremo questo dato, dobbiamo arrivare concentrati, per poter inizare  al meglio la partita, fin dall’inizio.” E servirà tutta la concentrazione possibile nel prossimo appuntamento, dove ad attendere il Certosa di Ottobrini ci sarà la Fortitudo: “Nella prossima partita scopriremo chi siamo veramente e dove potremo arrivare. Se la mia squadra giocherà come sabato, potremo dire la nostra. Si tratta certamente di un test difficile, visto il valore degli avversari, il loro morale alto per le vittorie consecutive e il fattore campo.”