Notizie
Categorie: Nazionali - Under 15

Che flop per Lazio e Frosinone, la Roma è regina d'inverno

I giallorossi di D'Andrea, per il terzo anno consecutivo, chiudono il girone d'andata davanti a tutti. Weekend amaro per Ruggeri e soprattutto Carinci



Questa domenica si è chiuso il girone d'andata per i Giovanissimi Nazionali. Un turno in cui spicca sicuramente il successo della Roma, regina d'inverno, contro il Frosinone. Gara particolare anche quella tra Lupa Roma e Lazio in cui, a sorpresa, i biancocelesti non vanno oltre il pari. Segno X anche tra Lupa Castelli Romani e Latina.

D'Andrea, campione d'inverno assieme alla sua Roma ©LoriChi sale Impossibile non citare la Roma. I giallorossi si sono presi il titolo di campioni d'inverno vincendo lo scontro diretto con il Frosinone. Autentica prova di forza quella dei ragazzi di D'Andrea che hanno letteralmente strapazzato dei gialloblu mai in partita. Un risultato che non fa altro che sottolineare lo strapotere di una Roma sempre più lanciata verso il titolo. Ad impreziosire il tutto c'è poi la prestazione dei singoli, Cangiano e Meo su tutti, oltre al fatto di essere riusciti a conquistare tre punti a dir poco pesanti nonostante un'assenza di lusso come quella di Riccardi. Sale anche il Latina di Vita che ha dato buoni segnali nel pareggio contro la Lupa Castelli Romani. Panzavolta dietro e Raiola in attacco hanno dato sostanza e qualità ad una squadra che, dopo tante difficoltà, può chiudere l'anno vedendo il bicchiere mezzo pieno.

Chi scende Nel weekend era lecito chiedere decisamente di più alla Lazio. I biancocelesti non hanno sfruttato a pieno il passo falso del Frosinone non riuscendo a centrare la vittoria contro la Lupa Roma. Putti, a conferma del buon momento vissuto dal fantasista, toglie le castagne dal fuoco a Ruggeri ma certo è che se si vuole sognare in grande non si può perdere ulteriore terreno dalla coppia di testa. Il crollo più fragoroso è però senza dubbio quello del Frosinone. I gialloblu di Carinci cadono a Trigoria ma lo fanno in un modo tutt'altro che atteso. I ciociari sono infatti stati ben lontani dal mostrare quel gioco che li ha sin qui contraddistinti venendo letteralmente travolti da una Roma padrona assoluta del campo. Soprattutto a centrocampo ci sono state diverse delusioni con il solo De Florio a tenere a galla un reparto che ha davvero stentato.

Bamba Mory, 15 gol in undici presenze per lui ©LoriProtagonisti I due top player di giornata escono entrambi dal big match di Trigoria. Si parte con l'attaccante della Roma, Bamba Mory. L'ex Perconti ha firmato l'ennesima doppietta con il contatore dei gol che è così salito a 15 reti in undici presenze. Un bottino straordinario per quello che si sta rivelando come uno dei giocatori più interessanti in tutto il panorama nazionale, soprattutto considerando che è solo un classe 2002. A sporcare la prestazione del giallorosso c'è stata quella dell'altro protagonista del weekend: Capogna. Il numero uno del Frosinone, nonostante la sconfitta, si è distinto per un paio di interventi da applausi ma non solo. A mettere il punto esclamativo sulla domenica mattina del portiere c'è infatti stata la parato proprio sul rigore di Bamba. Già neutralizzare un penalty non è semplice, farlo a Trigoria poi...