Notizie
Categorie: Giovanili

Chiusa la IV edizione, ecco i numeri della festa a Fiumicino

​Lupa Roma, Fortitudo, Città di Fiumicino, Tor Tre Teste, Fiumicino Calcio, Honey: queste le sei regine del torneo



FiumicinoLupa Roma, Fortitudo, Città di Fiumicino, Tor Tre Teste, Fiumicino Calcio, Honey. Eccole le sei regine del IV Memorial Simone Costa, torneo giovanile organizzato dall’associazione We Love Simone e dal Fiumicino Calcio. Oltre 130 partite spalmate in trenta giorni di sport. Diciannove società invitate, 40 squadre, 8 categorie in campo (dai Giovanissimi 2000 ai Pulcini 2006), oltre 500 ragazzi coinvolti. “Il memorial - spiega Simone Munaretto, presidente del Fiumicino Calcio - è nato quattro anni fa dopo la prematura scomparsa di Simone Costa, un ragazzo delle nostre giovanili, per un assurdo scherzo del destino. Insieme a suo papà Stefano e sua mamma Micaela abbiamo deciso immediatamente di dare un segnale forte contro la non violenza organizzando una manifestazione sportiva che richiamasse le più importanti formazioni a livello giovanili della Regione Lazio e veicolare grazie a loro un messaggio sui veri valori dello sport: aggregazione, spirito di sacrificio, non violenza. Da ormai 4 anni insieme all’associazione We Love Simone organizziamo tanti progetti sociali e di volontariato che coinvolgono proprio i ragazzi delle giovanili. Perché prima del giocatore viene l’uomo”. Finali combattutissime. A vincere sono state la Lupa Roma (categoria 2000) che si è imposta in finale contro la Totti Soccer, la Fortitudo (per la categoria 2001) che ha superato il Città di Fiumicino. Città di Fiumicino che si rifà nella categoria 2002 superando i padroni di casa del Fiumicino. Tor Tre Teste vincitrice della categoria 2003 ed Honey  di quelle 2005 e 2006. Primo posto per i 2004 del Fiumicino Calcio in finale contro l’Honey. “Vedere tanti ragazzi ogni anno giocare e divertirsi come faceva mio figlio è bellissimo - spiega Stefano Costa Atletico Grifone -. È stato un memorial splendido sotto tutti i punti di vista. Agonisticamente combattuto ma sempre con grande correttezza, sportivamente di altissimo profilo. Stiamo crescendo anno dopo anno. Non vogliamo fermarci. Un ringraziamento di cuore a tutte le società che hanno partecipato. Un bravi a tutti gli atleti in campo. Con il Fiumicino Calcio abbiamo iniziato un percorso: creare qui al Garbaglia un polo di aggregazione sociale, un luogo che serva ai ragazzi a stare lontani dalle strade e trovare qui un posto sereno dove crescere con dei valori”.